Connettiti con noi

Hanno Detto

Marchionni: «Pirlo meritava una seconda chance. Su Allegri…»

Pubblicato

su

Pirlo

Marco Marchionni ricorda il suo passato alla Juventus: ecco le dichiarazioni dell’ex esterno bianconero

Marco Marchionni ha rilasciato un’intervista a Ilposticipo.it. Le sue parole.

SERIE B – «Non fu facile. Partivamo da -17 e con un pareggio a Rimini. Deschamps aveva smesso da poco di giocare. Il primo obiettivo che ci siamo posti è stato quello di far sparire i punti di penalizzazione. Non era facile, specialmente all’inizio anche perché più vincevi più si restava in fondo e si vedevano gli altri andare via. Comunque non abbiamo mollato. Quella squadra ha totalizzato una novantina di punti sfiorando i 100. Aveva una qualità ma anche una mentalità straordinaria. Ho conosciuto nella quotidianità Buffon, Del Piero, Nedved e Trezeguet. Quando li vivi tutti i giorni percepisci la loro grandezza».

JUVE DI RANIERI – «Ranieri ci ha saputo trasmettere l’idea di cosa sia importante per un gruppo. Una persona trasparente, che mette tutti sullo stesso piano per centrare l’obiettivo. Si lavora molto bene. Ricordo che al Bernabeu Alex è stato applaudito da tutto lo stadio. Abbiamo battuto il Real sia all’andata che al ritorno. E poi c’era Giorgio».

CHIELLINI – «Con Chiellini ho un ottimo rapporto, siamo rimasti in contatto. Lui è come si vede. Una persona forte, che mette tutto se stesso per raggiungere gli obiettivi di squadra. Era impossibile saltarlo, e anche se lo superi te lo ritrovi di nuovo alle calcagna».

ALLEGRI – «Vediamo quello che succederà. Lo scorso anno non è andata bene, il club ha fatto una scelta finalizzata a migliorare. Andrea forse meritava una seconda chance, è un ottimo allenatore, ha solo bisogno di tempo era alla sua prima esperienza. Sappiamo tutti cosa ha fatto Allegri alla Juve, deve confermare ciò che ha fatto».

JUVE INTER – «L’Inter ha cambiato tanto, sta ancora cambiando, è ancora presto per giudicare. La Juventus si è data una impostazione precisa. L’Inter ha preso un allenatore che alla Lazio ha fatto bene, ma quella di Conte ha generato tanto entusiasmo. E poi ci sono tanti calciatori che sono andati via. Forse ci sarà qualche difficoltà ma Simone Inzaghi è un ottimo allenatore e sono certo che farà una grande stagione».