Connettiti con noi

Europei

Mertens: «Belgio-Italia partita speciale per me. Non ho sentito Insigne»

Pubblicato

su

Dries Mertens ha parlato in conferenza stampa in vista del match di venerdì sera contro l’Italia: le sue dichiarazioni

Dries Mertens ha parlato in conferenza stampa in vista del match di venerdì sera contro l’Italia. Le sue dichiarazioni.

ITALIA – «Per me è una partita speciale, sono in Italia da anni, per questo per me è speciale. Vedo questa Nazionale con fiducia, hanno giocato bene tante partite senza prendere gol e ne hanno vinte tante. Hanno giocatori giovani e d’esperienza. Giocano un grande calcio. Sono una squadra che ha impressionato tutti in questo torneo».

INSIGNE – «No, non ho sentito i ragazzi».

EURO2020 – «Potevo fare meglio ma il calcio è uno sport di squadra però finché vinci va bene: siamo nel torneo, è un momento adesso dove posso mostrare il mio valore. Di cosa ho bisogno? Di vincere l’Europeo, questo mi renderebbe felice. Posso fare meglio ma è uno sport di squadra».

GENERAZIONE DORATA BELGIO – «Non è la nostra ultima possibilità di vincere qualcosa. Abbiamo una chance, e ne hai forse una ogni due anni. E’ una chance che però dobbiamo sfruttare. Man mano che le partite vanno avanti gli automatismi migliorano, ma lo stesso vale per il nostro avversario. Giocare questa partita a Monaco di Baviera è speciale? È uno stadio molto bello».

STAGIONE DIFFICILE – «Quest’anno ho avuto tanti infortuni. Adesso è finita. Sono qui. So di poter fare meglio e spero di dimostrarlo nella prossima partita. Posso fare meglio individualmente ma la cosa più importante è il collettivo. Superare le cento presenze in Nazionale era un obiettivo sono molto orgoglioso di questo».