Milan, la crisi del presente e del passato: Gattuso, Higuain e Inzaghi vedono il fondo

Milan, la crisi del presente e del passato: Gattuso, Higuain e Inzaghi vedono il fondo
© foto www.imagephotoagency.it

Il Corriere dello Sport si concentra sulla crisi del Milan di oggi e di ieri, con Gattuso e Higuain da una parte e l’ex Inzaghi dall’altra

«Ringhio, Pippo e Pipita: Fini d’anno». Sopra il commento di Inter-Napoli, definito “Boxe Day”, è sul Milan di oggi e di ieri che si concentra la prima pagina del Corriere dello Sport. Tre personaggi legati al rossonero in profonda crisi, che rischiano di non vedere la fine dell’anno. Gattuso, con il pareggio in casa del Frosinone, ha stabilito un record negativo storico non segnando per la quarta gara consecutiva. La sua panchina è sempre più a rischio, con l’eventuale decisione che verrà presa ad inizio gennaio. Il tecnico si gioca tutto nell’ultima gara della stagione contro la Spal e per il suo successore si fanno i nomi di Donadoni, Wenger e Guidolin.

Ma se i rossoneri non trovano la via del gol, la colpa è soprattutto del Pipita Higuain, spento, svogliato e poco incisivo. Il suo riscatto ad oggi risulta una follia, nonostante i già 18 milioni versati ai bianconeri, e un suo approdo al Chelsea non è fantacalcio. Infine, dal presente al passato, Pippo Inzaghi si unisce alla crisi del suo ex club, con il Bologna sempre più a pezzi. I gol non arrivano e la difesa balla, mancano i giocatori di qualità ma anche l’atteggiamento è sbagliato. L’esonero non è mai stato così vicino.