Milan, i dubbi dell’UEFA sulla proprietà rischiano di far saltare l’accordo

calciomercato milan
© foto www.imagephotoagency.it

Le ombre gettate dall’inchiesta del NYT sulla proprietà del Milan hanno sollevato i dubbi dell’UEFA

L’inchiesta del New York Times sul patrimonio di Yonghong Li ha gettato nuove ombre sulla proprietà cinese del Milan. Dopo il tira e molla relativo al closing dello scorso anno, nuovi dubbi minano la credibilità della cordata che ha rilevato i rossoneri. Queste notizie inoltre arrivano in un momento molto delicato per il club. In campo le cose non vanno come previsto e, al momento, l’accesso alla Champions League sembra un miraggio. Per questo nei giorni scorsi una delegazione rossonera ha fatto visita all’UEFA per riceve il verdetto sul voluntary agreement.

La federazione europea ha apprezzato la serietà del piano presentato dal Milan e la presenza fisica di Kam, CEO di Milan China. Ma restano molti dubbi in merito alla proprietà e agli affari privati di Mister Li. Ombre che rischiano di far saltare l’accordo con l’UEFA che potrebbe trincerarsi dietro le ferree regole del Fair Play Finanziario.