Connettiti con noi

Milan News

Forever Niang e pazzo Milan: rimonta e 4-3 al Sassuolo

Pubblicato

su

niang - ocampos

Il racconto di Milan – Sassuolo, partita della settima giornata di Serie A 2016/2017. La cronaca, il tabellino e le ultimissime

E’ terminata la gara tra Milan – Sassuolo, sfida della settima giornata di Serie A 2016/2017. Vincenzo Montella è stato costretto a rinunciare a Romagnoli, ko nell’allenamento di ieri, oltre ai vari Zapata, Mati Fernandez, Bertolacci e Antonelli. In campo Abate sulla destra, che torna dopo un paio di turni di riposo, Gustavo Gomez e Paletta al centro e De Sciglio, forse il peggiore nella sfida di Firenze contro la Fiorentina. Solito centrocampo mentre novità in attacco con Luiz Adriano al posto di Niang. Tanti gli assenti anche per il Sassuolo con mister Di Francesco che lasciai panchina Matri e punta sul giovane classe 1998 Adjapong, alla prima da titolare in A. In difesa Lirola e Letschert sulle corsie esterne, Antei e Acerbi al centro mentre in mezzo al campo Pellegrini e Mazzitelli battono la concorrenza di Biondini. Da segnalare la presenza di uno striscione nella curva sud: «Tanti auguri presidente, grazie per le meravigliose emozioni che hai regalato a noi rossoneri».

PRIMO TEMPO – Primi 10 minuti scoppiettanti con il Milan che parte forte e trova il vantaggio al 9’ con Bonaventura, che calcia con il destro dal limite dell’area e batte Consigli grazie alla fortuita deviazione di Acerbi. Primo gol stagionale per Jack. Nemmeno il tempo di festeggiare che Abate la combina grossa: il terzino sbaglia l’appoggio regalando palla a Politano nella sua metà campo, il numero 16 dei neroverdi avanza e batte l’incolpevole Donnarumma con il suo destro. Secondo gol in campionato per l’attaccante, quinto stagionale contando i 3 in Europa League tra fasi a girone e preliminari. Lungo, ma sterile possesso palla da parte del Milan con il Sassuolo che si difende in maniera ordinata con il 4-5-1 e non concede spazi. Al 23’ i neroverdi trovano il vantaggio ma l’arbitro annulla per fallo di mano di Adjapong il quale colpisce prima di testa e poi con la mano il pallone arrivatogli da Lirola. Il Milan chiude con il 62% di possesso palla ma i rossoneri non riescono a verticalizzare e a servire il tridente offensivo. Al 40’ l’ultima grande occasione del primo tempo: tiro di destro di Bonaventura nel cuore dell’area di rigore, Magnanelli si butta a corpo morto e salva la sua porta.

SECONDO TEMPO – La ripresa riparte con l’ingresso di Niang per Luiz Adriano e con Russo, il vice di Montella a guidare i rossoneri a causa dell’espulsione del tecnico di casa avvenuta per proteste tra primo e secondo tempo. Nel primo tempo è successo tutto tra il 9’ e il 10’, e nel secondo accade qualcosa di simile con il Sassuolo che passa al 9’ e all’11’. Al 54’ Pellegrini pesca in area Acerbi che, partito da posizione regolare, beffa Donnarumma con il destro. Il gol galvanizza i neroverdi che trovano il tris: uno-due tra Defrel e Pellegrini con il centrocampista che si presenta in area, supera Gomez e con il mancino batte l’incolpevole Donnarumma. Montella cambia: out Montolivo, uscito tra i fischi, dentro Locatelli. Al 68’ Niang se ne va sulla trequarti a Lirola ed entra in area, Antei e il laterale strattonano il francese che a sua volta prova a farsi largo in mezzo ai due usando le mani e per Guida è calcio di rigore per il contatto con il centrale. Dal dischetto si presenta Bacca che spiazza Consigli e realizza il gol del 2-3. Il Milan, che sembrava tramortito, prova a reagire sulle ali dell’entusiasmo e trova il pari al 73’ con il primo gol in Serie A di Locatelli, che trova l’incrocio dei pali sfruttando la respinta corta della difesa ospite, con un sinistro di controbalzo dal limite dell’area di rigore. Niang è scatenato e guadagna una punizione dal limite. Consigli è costretto a volare per deviare in angolo la conclusione di Bonaventura. Dal corner seguente Niang mette al centro per Paletta che sovrasta il suo diretto avversario e fa 4 a 3. Il Sassuolo ci crede e sfiora il pari: all’80’ Politano controlla e calcia dal limite dell’area ma Donnarumma è super e a mano aperta salva i suoi. Finisce 4 a 3: il Milan batte la bestia nera Sassuolo e sale a 13 punti in classifica, al terzo posto, insieme a Lazio e Chievo Verona, a -1 dal Napoli.

LE PAGELLE

IL TABELLINO

Marcatori: 9’ Bonaventura, 69’ rig. Bacca, 73’ Locatelli , 77’ Paletta (M); 10’ Politano, 54’ Acerbi, 56’ Pellegrini (S)

Note: Ammoniti: Adjapong, Antei, Pellegrini, Politano, Biondini (S); Montolivo (M). Espulsi: Allontanato Montella (M) per proteste tra primo e secondo tempo.

Arbitro: Guida

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, G. Gomez, De Sciglio; Kucka, Montolivo (59’ Locatelli), Bonaventura; Suso, Bacca (83’ Poli), L. Adriano (46’ Niang). A disp.: Gabriel, Calabria, Ely, Plizzari, Vangioni, Poli, Sosa, Pasalic, Honda, Lapadula. All.: Montella

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Antei, Acerbi, Letschert; Pellegrini (82’ Iemmello), Magnanelli, Mazzitelli (68’ Biondini); Politano, Defrel, Adjapong (78’ Ricci). A disp: Pomini, Pegolo, Terranova, Peluso, Cannavaro, Dell’Orco, Ragusa, Matri. All.: Di Francesco