Milan, una sconfitta non cancella i meriti di Gattuso. Ma l’obiettivo resta la Champions

Milan, una sconfitta non cancella i meriti di Gattuso. Ma l’obiettivo resta la Champions
© foto www.imagephotoagency.it

Derby perso contro l’Inter incidente di percorso: i tifosi perdonano Gattuso. A patto che non sfumi a maggio la qualificazione in Champions League

Un annuncio ai tifosi rossoneri che ancora non hanno digerito (e forse mai lo faranno) il derby perso di ieri sera contro l’Inter: inutile piangere sul latte versato. La sconfitta nella stracittadina, se la si analizza a mente lucida, si tratta di un incidente di percorso. Chi si lamenta di questo Milan, arrivato al derby senza aver perso una sola partita nel 2019, dovrebbe cambiare squadra seduta stante.

Chi critica Gennaro Gattuso forse non ricorda che cosa ha dovuto passare questo club negli ultimi anni: la rosa non è eccezionale ma sta rendendo molto più del previsto, e il quarto posto è un ottimo risultato. Soprattutto, ricordiamo che la squadra è riuscita nel corso della stagione, non senza fatica, a diventare convincente e cinica. Risultati utili contro squadre come Roma, Napoli e Atalanta, tanto per fare un paio di nomi, mancavano da tempo. In più, rispetto all’anno scorso sono stati conquistati più punti contro le piccole, che una volta facevano paura al Milan. Diciamolo a gran voce: non basta un derby perso per cancellare quella che fino ad ora è stata un’ottima stagione.

I tifosi rossoneri perdonano Gattuso e la squadra, travolti da un Inter sorprendentemente arrembante ma che, se analizzata attentamente, convince molto meno dei rossoneri. Pesa in particolare un ritmo altalenante nei risultati e i tumulti nello spogliatoio. Non a caso è “pazza”. Il pubblico però detta le condizioni: ora non bisogna fallire lo sprint finale.

Mancano 10 giornate di campionato, e il Milan deve conquistare un posto in Champions League: lo chiedono i tifosi, lo chiede Elliott, lo chiede lo stesso mister, lo vogliono anche i ragazzi. L’inno della coppa più prestigiosa del Vecchio Continente deve tornare a suonare a San Siro. Nell’atto conclusivo della stagione, quindi, i rossoneri devono assolutamente mantenere il vantaggio su Roma, Lazio ed Atalanta, per poter soddisfare le aspettative. L’eventuale trionfo in Coppa Italia sarebbe la ciliegina sulla torta. Chiudere la stagione sopra i rivali dell‘Inter in classifica non è cruciale: lo è, invece, difendere il quarto posto con le unghie e coi denti. Tornando a giocare e a convincere sul campo come fatto nelle recenti apparizioni (derby escluso), evitando un’involuzione suicida.