Napoli, Rrahmani e Maksimovic tornano sulla terra: la Juventus è già un ricordo

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la grande prestazione contro la Juventus, Rrahmani e Maksimovic vengono travolti dagli attacchi dell’Atalanta

Nikola Maksimovic e, soprattutto, Amir Rrahmani una settimana fa contro la Juventus erano stati tra i migliori. Rocciosi, sempre sul pezzo e senza lasciare nessuno spazio a Cristiano Ronaldo e compagni. Sembrava la svolta per i due difensori del Napoli, la partita che poteva cambiare il loro destino in azzurro da semplici riserve e elementi che potessero giocarsi un posto da titolare. E invece prima il Granada in Europa League e poi l’Atalanta ha riportato tutto a due settimane fa quando i due arrancavano dietro agli attacchi avversari. Nel 4-2 contro i nerazzurri, Maksimovic Rrahmani sono tornati sulla terra dopo aver vissuto per una partita tra i marziani contro proprio i marziani.

FURIA DEA SU MAKSIMOVIC E RRAHMANI – Al Gewiss Stadium, gli attaccanti dell’Atalanta hanno fatto quasi sempre ciò che volevano. Muriel ha fatto ammattire Rrahmani in più di un’occasione, assestandogli il colpo di grazia nell’azione del 3-1 con un colpo di suola che ha mandato fuori di testa il kosovaro. Stesso discorso dicasi per Maksimovic che esce con le ossa rotte dal confronto con Duvan Zapata. Il colombiano ha passeggiato sul centrale serbo e lo ha quasi sempre sovrastato nei duelli aerei; su tutti quello che porta al gol dell’1-0 con l’attaccante che approfitta proprio di un buco del difensore del Napoli. Nel finale di gara, Gattuso manda in campo Koulibaly proprio al posto dell’ex Torino. Il senegalese è rientrato dopo il Covid-19 e con il suo recupero il tecnico dei partenopei spera di riacquisire un minimo di tenuta difensiva, dopo le prestazioni insufficienti di Rrahmani Maksimovic.