Napoli senza terzino, Ancelotti reinventa Allan

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Napoli-Carpi è terminata 5-1, ma più per il risultato, parecchio prevedibile, a destare curiosità sono state alcune scelte di Carlo Ancelotti

Il Napoli, ieri in quel di Trento, ha sfidato il Carpi con il 4-3-2-1. Karnezis tra i pali, Hysaj e Luperto sulle fasce, con il duo Albiol-Maksimovic al centro. In mezzo al campo, invece, Diawara perno centrale ed Allan e Fabian Ruiz intermedi. Davanti Insigne ed Ounas mezze punte, in supporto a Roberto Inglese. Al termine del primo tempo, poi, Ancelotti ha stravolto l’undici titolare e schierato Allan nell’inedito ruolo di terzino destro, con Elseid Hysaj sulla fascia opposta.

Scelta insolita, particolare, inattesa ma che, visto il rendimento del mediano brasiliano esploso nell’Udinese, è sembrata davvero azzeccata. Allan, d’altronde, ha rispettato le consegne tattiche che, solitamente, Carlo Ancelotti affida al terzino di turno. Ha partecipato al giro palla in fase di costruzione della manovra dal basso, ha sprintato lungo l’out di competenza, attaccando il fondo e regalando assist agli attaccanti in area. Una prova incoraggiante che, però, ovviamente, dovrà trovare altri riscontri contro compagini più attrezzate rispetto al modesto Carpi. Il tecnico emiliano, d’altronde, negli anni, ci ha abituati ad invenzioni di questo tipo e chissà che Allan non possa rappresentarne l’ultima in ordine cronologico, aspettando il terzino dal mercato.