Come vedere Nigeria-Argentina in streaming e in diretta tv

Nigeria-Argentina, ultima giornata girone D Mondiali Russia 2018: le info per vedere la partita in diretta ed in streaming, probabili formazioni, precedenti, info e curiosità

Nigeria-Argentina è la partita valida come ultimo turno del girone D dei Mondiali di Russia 2018: la gara, che si giocherà in contemporanea con l’altro match decisivo per il girone – Islanda-Croazia – è uno spartiacque fondamentale per i destini della Coppa del Mondo. L’incontro è previsto per martedì 26 maggio 2018 alle 20 (ora italiana) presso lo Stadio San Pietroburgo, nel nord della Russia continentale. L’Argentina guidata dal commissario tecnico Jorge Sampaoli, con un solo punto conquistato finora (il pareggio con l’Islanda alla prima giornata) vive un momento tragico dopo la durissima sconfitta subita giovedì scorso dalla Croazia (0 a 3: Rebic, Modric, Rakitic): per sperare nella qualificazione agli ottavi dovrà vincere ed augurarsi che l’Islanda contestualmente non vinca a sua volta o vinca segnando meno gol o subendone di più. Alla Nigeria di Gernot Rohr invece, per passare il turno, potrebbe bastare anche soltanto il pareggio mantenendo una migliore differenza reti rispetto all’Islanda (battuta 2 a 0 venerdì grazie alla doppietta di Ahmed Musa dopo l’esordio con sconfitta contro la Croazia).

Nigeria-Argentina verrà trasmessa a partire dalle ore 20 in diretta in chiaro sulle frequenze di Italia 1 (anche in HD al canale 506 del digitale terrestre) e su quelle di Mediaset Extra (canale 34 del digitale terrestre, 534 in HD) con il commento irriverente della Gialappa’s Band, ma non solo. La gara potrà essere infatti seguita anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile direttamente dal sito di Mediaset ed in radio sulle frequenze di Radio 1. Ricordiamo inoltre che la partita sarà disponibile in diretta testuale live sul nostro sito con ampio pre-partita, quindi sintesi, pagelle ed approfondimenti alla fine.

 CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI NIGERIA-ARGENTINA 


Nigeria-Argentina: probabili formazioni

QUI NIGERIA – Possibile cambio di modulo per la Nigeria: Rohr potrebbe mutare l’offensivo 3-5-2 visto in campo contro l’Islanda in un più accorto 4-3-3 (modulo peraltro già utilizzato di frequente nel corso dell’ultimo biennio). Fuori allora un centrale (probabilmente Kenneth Omerou, autore però di un’ottima prestazione venerdì) per lasciare spazio alla coppia composta da William Troost-Ekong e Leon Balogun, sulle fasce invece possibile a destra l’innesto di Abdullah Shehu e a sinistra l’arretramento di Bryan Idowu, che contro l’Islanda aveva agito da esterno basso. Confermati invece a centrocampo Obi Mikel, Wilfred Ndidi e Oghenekaro Etebo, mentre in avanti occhio alle possibili sorprese: la stella Victor Moses potrebbe essere spostata larga a destra, in un ruolo però più avanzato rispetto a quanto visto finora, Musa potrebbe essere confermato come punta centrale, mentre a sinistra possibile l’innesto di Kelechi Iheanacho, lasciato in panchina qualche giorno fa per il passaggio al 3-5-2.

QUI ARGENTINA – Sampaoli, di fatto commissariato secondo i rumors da uno spogliatoio nel caos e probabilmente ammutinato, dovrebbe venire incontro alle richieste dei suoi giocatori mutando quasi radicalmente la formazione sin qui vista: cancellato allora il 3-4-3 reputato da giornalisti e tifosi sin troppo squilibrato, a favore di un più solido 4-2-3-1. La prima novità in porta, dove lo sciagurato Wilfredo Caballero, autore del gol che ha aperto le marcature della Croazia giovedì, lascerà il posto a Franco Armani. In difesa confermati Nicolas Otamendi e Gabriel Mercado al centro, mentre Eduardo Salvio dovrebbe essere arretrato come esterno alto di destra e Nicolas Tagliafico prendere posto dalla parte opposta. Davanti alla difesa il duo composto da Javier Mascherano ed Enzo Perez, anche se al posto di quest’ultimo c’è chi ipotizza il ritorno da titolare del milanista Lucas Biglia, come richiesto da qualche compagno. Dietro le punte a destra dovrebbe esserci l’innesto di Cristian Pavon, a sinistra lo spostamento di Marcos Acuna (utilizzato dalla parte opposta in attacco contro la Croazia), mentre al centro resta intoccabile il sin qui evanescente Leo Messi, chiamato all’ennesimo appuntamento con la storia. Unica punta dovrebbe essere Sergio Aguero, anche se nelle ultime ore si è fatta largo con forza la candidatura dello juventino Gonzalo Higuain.

PROBABILE FORMAZIONE NIGERIA (4-3-3) – Uzoho; Shehu, Trost Ekong, Balogun, Idowu; Ndidi, Obi Mikel, Etebo; Moses, Musa, Iwobi. Allenatore: Rohr
PROBABILE FORMAZIONE ARGENTINA (4-2-3-1) – Armani; Salvio, Mercado, Otamendi, Tagliafico; Mascherano, Perez; Pavon, Messi, Acuna; Aguero. Allenatore: Sampaoli

messi argentina mondiali 2018


Nigeria-Argentina: statistiche e curiosità

  • Otto i precedenti totali tra Nigeria e Argentina, quattro di questi alla fase finale di un Mondiale: in tutte e quattro le occasioni la Seleccion ha sempre vinto
  • La Nigeria ha sempre incrociato l’Argentina ai gironi in tutte le sue ultime tre partecipazioni ai Mondiali (2002, 2010 e 2014)
  • L’ultima sfida tra le due nazionali è in amichevole nel novembre 2017 a Krasnodar, proprio in Russia: vittoria nigeriana per 4 a 2 (Ineanacho, Idowu, doppietta di Alex Iwobi per gli africani, per l’Argentina gol di Ever Banega ed Aguero)
  • L’Argentina non vince in Coppa del Mondo da quattro partite (due di questa edizione, due – finale compresa – della scorsa): è la striscia più lunga della sua storia (due sconfitte e due pareggi tenendo conto soltanto dei novanta minuti di gioco)
  • Nella sua storia, fino ad oggi, l’Argentina non ha mai chiuso il girone di un Mondiale senza vincere nemmeno una partita
  • L’ultima eliminazione nella fase a gruppi di un Mondiale per gli argentini è del 2002, in Giappone e Corea: quell’anno la Seleccion portò a casa una sconfitta, un pareggio e una vittoria… proprio contro la Nigeria
  • La Nigeria ai Mondiali nella sua storia finora ha vinto soltanto sei volte e sempre contro squadre europee: contro squadre di altri continenti lo score è di cinque sconfitte e due pareggi
  • Vincendo con l’Argentina, la Nigeria otterrebbe due vittorie di fila ad un Mondiale per la prima volta dal 1998 e passerebbe agli ottavi di finale per la quarta volta nella sua storia
  • Con la doppietta messa segno contro l’Islanda, il nigeriano Musa è diventato il miglior marcatore della storia della nazionale nigeriana ai Mondiali con quattro gol totali
  • Messi in questo Mondiale finora ha tirato in porta per dodici volte, con una media di almeno otto tiri in più di qualsiasi altro suo compagno di squadra, senza però riuscire a segnare ancora un gol

Nigeria-Argentina: l’arbitro del match

L’arbitro di Nigeria-Argentina sarà l’espertissimo 41enne turco Cuneyt Cakir, al terzo Mondiale di fila in carriera. Cakir, che in carriera ha anche arbitrato una finale di Champions League (Juventus-Barcellona del 2015 a Berlino), in questa edizione della Coppa del Mondo ha già diretto una partita della fase a gironi: Marocco-Iran (0 a 1). Se finora il fischietto turco non ha mai diretto la Nigeria in carriera, gli era invece già capitato di arbitrare l’Argentina ad un Mondiale quattro anni fa in Brasile in occasione della semifinale vinta dalla Seleccion ai rigori contro l’Olanda (0 a 0 dopo i tempi regolamentari). Alle Olimpiadi di Rio de Janeiro di due anni fa Cakir ha anche diretto la selezione olimpica argentina contro l’Algeria nella fase a gironi (vittoria sudamericana per 2 a 1).