Lazio: Lotito fissa i premi stagionali, stavolta non si risparmia

© foto www.imagephotoagency.it

Premi Lazio: accordo tra Lotito ed i giocatori sui bonus per il raggiungimento degli obiettivi stagionali. 10 milioni in palio: varranno la qualificazione in Champions o in Europa League, ma pure la vittoria in Coppa Italia

Anche Claudio Lotito, alla fine, apre i cordoni della borsa e cede alle velleità del calcio moderno: mai come quest’anno il patron della Lazio, infatti, potrebbe spendere tanto in bonus per gli obiettivi raggiunti. Dopo le trattative messe in campo nelle ultime settimane con i rappresentanti dello spogliatoio, alla fine Lotito avrebbe generosamente ceduto alle richieste fissando premi importanti per i vari obiettivi che i biancocelesti si sono prefissati a questo punto della stagione. 10 milioni di euro in premi, anche se difficilmente la Lazio li tirerà fuori tutti. Di certo però gli obiettivi sono molto ambiziosi: i giocatori biancocelesti potrebbero spartirsi tra di loro addirittura la bellezza di 6 milioni di euro, scrive stamane il Corriere dello Sport, qualora dovessero raggiungere l’obiettivo del terzo posto, valido per la qualificazione ai play-off della prossima Champions League. Certo, al momento il Napoli terzo è distante sette punti, ma lo scopo finale dei premi è proprio quello di incentivare i giocatori a fare il salto di qualità che manca. Tutto potrebbe succedere…

Premi Lazio: anche Europa League e Coppa Italia valgono

In ogni caso, vista l’ultima brutta stagione, in casa laziale non hanno sottovalutato nemmeno l’ipotesi, al momento molto probabile, di una qualificazione alla prossima edizione dell’Europa League, che varrebbe comunque 2 milioni di euro che lo spogliatoio arriverebbe a spartirsi. Stessa identica cifra stabilita anche per l’eventuale vittoria della Coppa Italia (i biancocelesti sfideranno in semifinale la Roma in un derby che si preannuncia infuocato a dir poco), obiettivo a cui Lotito ha sempre tenuto molto, come confermato anche dai risultati, nel corso delle propria gestione, e che tra l’altro potrebbe fruttare comunque la qualificazione alla prossima edizione dell’Europa League, anche senza piazzamento in campionato.