Tinder e Premier League: scatta il “match”

ivanovic chelsea premier league
© foto www.imagephotoagency.it

Una delle più famose applicazioni di incontri a livello mondiale, per aumentare ancor di più la sua notorietà, sbarca nel mondo del calcio: molte squadre di Premier League esibiranno sulla maglietta il suo logo

L’app di dating online, attiva in 140 paesi per un totale di 50 milioni di utenti, che propone una gamma vastissima di potenziali partner, localizzati in base alla distanza GPS, sbarca in Premier League. Approfittando della “liberalizzazione” inglese, a partire dall’imminente stagione, dei loghi sulle maniche delle magliette – fino a giugno, infatti, l’unico simbolo permesso era quello della lega -, molti sponsor hanno colto la palla al balzo. Tra questi, per estendere e intensificare la sua fama, anche Tinder ha scelto di investire in maniera importante. Ben nove squadre della massima serie inglese hanno deciso di aderire e accettare – in cambio di milioni e milioni – di vestire un logo, certamente in grado di accalappiare l’interesse di migliaia di tifosi e di irrobustire le casse dei rispettivi club. Tra queste, spiccano i campioni in carica del Chelsea di Antonio Conte, il Manchester City e il Manchester United; e stando alle ultime indiscrezioni, i Red Devils riceveranno dallo sponsor una cifra da capogiro: ben 12 milioni di sterline all’anno. Se son rose, fioriranno.