Primavera, 9 club scrivono alla Lega: «Rinviate l’inizio del campionato»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Nove club iscritti al campionato di Primavera 1 hanno chiesto alla Lega di ritardare l’inizio della stagione: i motivi

«Ci sono enormi difficoltà a cominciare venerdì 18 rispettando il protocollo anti-Covid previsto per il calcio giovanile e dilettantistico». Questo il motivo che ha spinto nove club del campionato Primavera 1 a scrivere alla Lega per chiedere il rinvio dell’inizio del campionato. Di fronte a una serie di problematiche, è stato soprattutto il buon senso
a spingere i club a richiedere lo slittamento da venerdì-domenica, i 3 giorni in cui è in pro- gramma scaglionata la prima giornata del campionato del calcio giovanile italiano, al weekend del 3-4 ottobre.

Come spiega La Gazzetta dello Sport i nove club sono: l’Atalanta, campione d’Italia Primavera negli ultimi due anni, poi Ascoli, Bologna, Cagliari, Fiorentina, Genoa, Sampdoria, Sassuolo, Torino. L’Inter è pronta a adeguarsi, astenute Empoli e Spal, non hanno ap- poggiato la richiesta Juventus, Roma, Lazio e Milan.

Il protocollo anti-Covid mette particolarmente sotto stress le organizzazioni delle Primavera. C’è prima di tutto un problema relativo alle strutture che devono ospitare le partite del Primavera: molti impianti non sono ancora pronti per rispettare tutte le misure di sicurezza indicate dal protocollo, sia per le partite che per gli allenamenti. Una difficoltà con cui fa i conti anche chi ha un proprio centro tecnico per le giovanili. Un altro punto critico è alla voce trasporti per le trasferte, acuito nel caso degli spostamenti nella stessa città per gli allenamenti: per rendere l’idea basta dire che per accompagnare i ragazzi al campo da un punto all’altro di una città un pulmino di 9 posti può riempirsi al massimo con 4 atleti per garantire il distanziamento.