Quali sono i settori giovanili più redditizi del decennio nel mondo del calcio? Ecco le squadre che usano di più giocatori provenienti dalle giovanili
Connettiti con noi

Ultime Notizie

Quali sono i settori giovanili più redditizi del decennio nel mondo del calcio? Ecco le squadre che usano di più giocatori delle giovanili

Pubblicato

su

Ajax tifo

I settori giovanili sono il nucleo fondante di uno sport di squadra come il calcio, poiché per ogni società del mondo è fondamentale…

I settori giovanili sono il nucleo fondante di uno sport di squadra come il calcio, poiché per ogni società del mondo è fondamentale investire sui giovani per poi lanciare ciascuno di essi. Preparare i calciatori alle competizioni più importanti, nonché alla prima categoria, non è un’impresa facile; eppure tantissimi team mettono a disposizione degli osservatori un budget importante allo scopo di individuare talenti cristallini da far maturare in casa propria. 

Attraverso delle strutture idonee e tramite l’iscrizione presso tornei importanti, anche sul piano internazionale, le società calcistiche riescono a far emergere le giovani personalità lasciando che maturino gradualmente. Ma, data la premessa relativa agli investimenti abbastanza corposi, lo sforzo viene poi ripagato sia economicamente che sul campo. A tal proposito: quali sono i settori giovanili più redditizi del decennio? E quali squadre usano più giocatori provenienti dalle giovanili?

I settori giovanili più redditizi del decennio: la top mondiale

Osservando la classifica stilata dal CIES Football Observatory, il quale ha registrato e analizzato i profitti provenienti direttamente dai settori giovanili delle squadre, è possibile comprendere qual è la top mondiale. I settori giovanili più redditizi del decennio comprendono società che hanno fatto crescere calciatori preservando il loro talento nel vivaio per almeno tre stagioni, e in un’età compresa tra i 15 e i 21 anni. Dunque, non si indicano le plusvalenze, bensì i ricavi ottenuti tramite le cessioni. 

Ne consegue che il primato assoluto lo detiene il Benfica, società portoghese che ha guadagnato 516 milioni di euro negli ultimi dieci anni grazie ai suoi talenti emersi. Seguono l’Ajax, con 376 milioni di euro, e i francesi dell’Olympique Lione, con 370 milioni di euro. Questi club sono noti proprio per la loro capacità di individuare giovani calciatori da far crescere in casa propria, fino poi alla rispettiva consacrazione in prima squadra. Per il Benfica e l’Ajax, tra l’altro, due terzi degli incassi derivanti dalla cessione dei loro talenti sono legati agli ultimi cinque anni, vendendo rispettivamente 30 e 36 giocatori

Per citare altre squadre presenti nel mondo del calcio, il Real Madrid è di poco fuori da questa top, poiché ha ricavato 364 milioni di euro vendendo 28 calciatori negli ultimi 10 anni. Segue il Chelsea, con un guadagno registrato pari a 347 milioni di euro, e il Monaco, con ben 325 milioni di euro guadagnati con soli 18 giocatori, ovvero 10 in meno rispetto al club londinese e al Real Madrid. 

La situazione in Italia

Si segnala subito che in Italia la proporzione relativa alla quantità di calciatori cresciuti nel proprio vivaio e poi venduti, è decisamente inferiore rispetto ai maggiori club del mondo. A guidare un’ipotetica classifica c’è ovviamente l’Atalanta, la quale ha ceduto ben 34 giocatori registrando un profitto pari a 250 milioni di euro. Alcune società, invece, non riescono a lanciare alcun (o quasi) calciatore proveniente dal proprio settore giovanile, o almeno non monetizzano quando ciò accade. 

L’esempio maggiormente lampante è dato dal Napoli, poiché la società di Aurelio De Laurentiis percorre palcoscenici importanti da anni, non riuscendo comunque ad evolvere in quanto al settore giovanile. Persino Lorenzo Insigne, calciatore simbolo del club azzurro, non è stato venduto ma è andato via praticamente a fine carriera e a parametro zero. Molto bene invece due club toscani come l’Empoli e la Fiorentina

Le squadre che usano di più giocatori provenienti dalle giovanili 

Come promesso, vengono qui citate anche le squadre che usano più giocatori provenienti dalle giovanili. A guidare questa speciale classifica ci sono due club baschi: l’Athletic Bilbao e la Real Sociedad, rispettivamente primo e secondo. Il podio è completato da un altro club spagnolo, ovvero il Celta Vigo, seguito poi dai club francesi del Saint-Etienne, del Montpellier e del Lione.