Roma, Zaniolo show contro il Torino: dall’eredità di Totti al futuro della Nazionale

Roma, Zaniolo show contro il Torino: dall’eredità di Totti al futuro della Nazionale
© foto www.imagephotoagency.it

Il giovanissimo Nicolò Zaniolo continua a splendere a Roma. Ieri altra prestazione da predestinato, con grandi giocate e il bel gol

Zaniolo, Zaniolo e ancora Zaniolo. C’è solo il nome del classe ’99 nei pensieri dei tifosi della Roma in queste settimane. Alla splendida prestazione contro il Sassuolo di fine anno, è seguito l’exploit contro il Torino, dove il trequartista ha dato sfoggio di tutte le sue qualità. Dribbling, possesso palla, fisico, accelerazioni, gol e cattiveria: cosa chiedergli di più? Intanto Monchi si sfrega le mani, consapevole di aver fatto un affare a prenderlo per 4,5 milioni nell’affare Nainggolan, mentre Di Francesco predica calma. Non bisogna mettere pressione al ragazzo, che tuttavia sembra ampiamente in grado di reggerla.

Sono già in molti a chiedere di mettergli la 10 sulle spalle, altri ancora vedono in lui un giovane Francesco Totti. A Roma è facile farsi prendere dall’euforia, come è veloce cadere nel tunnel: ma questo ragazzo sta facendo cose fuori dal normale per la sua età e il paragone con il Capitano non è cosa da poco. Pensare che poi sia stato convocato in Nazionale da Mancini ancora prima di debuttare, e che la prima gara da titolare sia stata al Bernabeu contro il Real Madrid fa un po’ d’effetto. E proprio il c.t. dell’Italia è il più contento di questa esplosione, vista dal vivo ieri in tribuna. Zaniolo è un gioiello da coltivare e proteggere, e che come detto da Condò ieri, potrebbe essere il pilastro della rinascita del nostro movimento. E la speranza di tutti è che questa previsione possa avverarsi.