Connettiti con noi

Europei

Saka, messaggio dopo gli insulti razzisti: «L’amore vince sempre»

Pubblicato

su

Saka

Bukayo Saka ha decretato la vittoria dell’Italia ad Euro 2020 con l’errore dal dischetto: ecco le parole del calciatore inglese

Bukayo Saka rompe il silenzio dopo gli insulti razzisti ricevuti dopo l’errore (decisivo) dal dischetto nella finale di Euro 2020.

«Sono stato qualche giorno lontano dai social media per trascorrere del tempo con la mia famiglia e riflettere sulle ultime settimane. Questo messaggio non renderà giustizia alla mia gratitudine per tutto l’amore che ho ricevuto e sento di dover ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto.

È stato un onore far parte di una squadra inglese che dà l’esempio, sono fratelli da una vita e sono grato per tutto ciò che ho imparato da ciascuno dei giocatori e dallo staff che ha lavorato così duramente. Aiutare questa squadra a raggiungere la nostra prima finale in 55 anni, vedere la mia famiglia in pubblico, sapere a cosa hanno rinunciato per aiutarmi ad arrivarci, significa tutto per me.

Non ci sono parole per dirvi quanto fossi deluso dal risultato e dal mio rigore. Pensavo davvero che avremmo vinto per voi. Mi dispiace che non siamo riusciti a portarla a casa quest’anno, ma prometto che faremo tutto il possibile per assicurarci che questa generazione sappia cosa vuol dire vincere.

La mia reazione dopo la partita dice tutto, stavo soffrendo così tanto e mi sentivo come se stessi deludendo te e la mia famiglia inglese, ma posso promettervi questo… non lascerò che questo momento o la negatività che ho ricevuto mi sconvolga.

Per coloro che mi hanno sostenuto, che mi hanno inviato lettere sincere, che hanno augurato ogni bene a me e alla mia famiglia, sono molto grato. Questo dovrebbe essere il calcio. Passione, persone di tutte le razze, generi, religioni e background che si uniscono per condividere la gioia delle montagne russe del calcio.

Sulle piattaforme di social media Instagram, Twitter e Facebook, non voglio che un bambino o un adulto debba ricevere i messaggi odiosi e offensivi che io, Marcus e Jadon abbiamo ricevuto questa settimana. Ho capito immediatamente il tipo di odio che avrei ricevuto ed è una triste realtà che le vostre potenti piattaforme non stiano facendo abbastanza per fermare i messaggi.

Non c’è posto per il razzismo o l’odio di alcun tipo nel calcio o in qualsiasi area della società e se la maggioranza delle persone si unisce per denunciare le persone che inviano questi messaggi, agendo e segnalando questi commenti alla polizia e inseguendo l’odio da essendo gentili l’uno con l’altro, vinceremo.

L’amore vince sempre.

Bukayo Saka».

Advertisement