Sassuolo in emergenza ma a un passo dal record. Ed è tornato Djuricic

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il punto sul Sassuolo dopo il pareggio interno con il Parma e in vista dell’ultima trasferta del girone d’andata, con la Lazio

Il Sassuolo arranca ma le big non accelerano e i neroverdi restano ancora agganciati al treno che porta all’Europa. I neroverdi sono in affanno da oltre due mesi e i risultati probabilmente hanno nascosto le ‘magagne’ ma sono serviti anche per tenere il Sassuolo agganciato alle prime posizioni della classifica. Il Sassuolo è a quota 30 punti (manca un punto per eguagliare il miglior risultato di sempre al termine del girone d’andata e domenica i neroverdi giocheranno in casa della Lazio, con una vittoria all’Olimpico la storia verrebbe riscritta). Come detto i neroverdi non stanno attraversando il loro miglior momento, complice la condizione non particolarmente brillante di talenti elementi: Caputo non è al 100% (ma va ritrovato soprattutto dal punto di vista mentale, giusto farlo giocare), Defrel è un mistero perché alterna buone giocate a momenti di buio assoluto, Chiriches è croce e delizia (primo tempo da incubo con il Parma, secondo tempo praticamente perfetto), Locatelli, Berardi e Boga sono fermi per infortunio.

Niente rinforzi dal mercato per il Sassuolo ma De Zerbi ritrova Djuricic

Come detto però le big però hanno rallentato, quasi tutte. La Champions è a 4 punti di distanza (Juventus, Napoli e Atalanta hanno una gara in meno), l’Europa League è a due punti. Insomma, nonostante un periodo non particolarmente brillante il Sassuolo resta aggrappato con le unghie e con i denti al treno europeo, sperando in una svolta (che sta tardando ad arrivare). E in più è tornato Filip Djuricic. Dopo l’espulsione in Coppa Italia con la SPAL, il giocatore neroverde è tornato ad essere decisivo. Mancava dal tabellino (sia dei gol che degli assist) da ottobre, dalla sfida con il Torino. Segnare un calcio di rigore al 94′ non era semplice. Filip si è assunto la responsabilità, viste le assenze di Berardi, Caputo e Locatelli (gli altri rigoristi) e ha permesso ai neroverdi di strappare un punto pesante. E ora il serbo può lasciarsi alle spalle un momento difficile per tornare a essere decisivo come nella primissima parte di stagione.