Serie A, il mercato delle wags: le più belle (FOTOGALLERY)

© foto www.imagephotoagency.it

Da Rachele Mura a Federica Nargi: ecco l’unica formazione di cui ci interessa davvero

TOP 11 WAGS SERIE A – E’ la formazione che tutti noi sogniamo fin da quando eravamo dei pischelletti ed al posto della birra ci facevamo di Nesquik: qui non si parla di calciatori, ma non si parla nemmeno tanto di squadre e, in senso stretto, non si parla nemmeno tanto di calcio. Si parla di fi… gura di donna, come cantavano quei poeti urbani degli Articolo 31 qualche anno fa. 

SIAMO TUTTI FRATELLI – Perchè quando si parla di wags (acronimo inglese per indicare le fidanzate dei calciatori) siam tutti fratelli, oltre la rivalità sportiva, cittadina, ed oserei dire ogni oltre barriera linguistica e razziale. In fondo in fondo, fratelli, c’è solo una cosa che ci accumuna tutti sin dai tempi in cui Adamo fece un po’ troppo lo sbruffoncello col Principale nel giardino dell’Eden per colpa di Eva: quando si parla di quella, amici cari ed esimi colleghi, mi torna in mente un ritornello… 

DEDICATO A NOI – La fotogallery di questa settimana è dedicata a noi, inguaribili amanti di un calcio romantico che ormai non c’è più: ecco la top 11 ideale delle più belle wags della Serie A (clicca sulla foto in alto e goditi la fotogallery, fratello mio). 

TRA I PALI – Rachele Mura è la moglie di Federico Marchetti, portiere della Lazio. I due si conobbero in Sardegna, quando lui giocava a Cagliari (lei è di lì, gran terra quella). La Mura, dopo aver fatto da valletta a “Sarabanda” e schedina a “Quelli che il calcio”, ha sposato Marchetti e si è appropriata del posto che fu in porta di Alena Seredova, moglie di Buffon. Nulla di grave, ma è il ciclo della vita: il leone giovane prende sempre il posto del vecchio Re Leone, e così la Mura ha messo fuori gioco la “vecchia” Alena, che poi gallina vecchia fa sempre buon brodo, ma questo è un altro conto. 

DIFESA A TRE – Sulle fasce di questa eccitantissima formazione di Serie A due new entry rispetto al recente passato:

– Sonia Constant, moglie di Kevin, esterno del Milan. Di lei si sa poco e niente, se non che, appunto, è sposata con uno dei giocatori più fischiati dalla curva rossonera dall’Età della Pietra ad oggi. Vi do atto, fratelli cari, che Constant non è proriamente un bel ragazzo, ma cosa ci volete fare? E’ il fascino del calciatore moderno e non vorrei dover approfondire oltre questo discorso. 

– Giulia Elettra Gorietti, fidanzata di Lorenzo De Silvestri della Sampdoria. Chi se la ricorda ne “Ti amo in tutte le lingue del mondo” di Leonardo Pieraccioni? Lei faceva la parte della ragazzina ninfomane innamorata del professore, ma da allora di acqua ne è passata sotto i ponti di Firenze ed ora, sotto i pontili di Genova

Al centro della difesa comanda la nuova entrata Francesca Fioretti, neo-fidanzata del difensore del Cagliari Davide Astori. Napoletana, è nota ai più per la partecipazione al “Grande Fratello” e a “Pechino Express”. E’ una delle ragazze predilette da noi tifosi della fratellanza, noi amanti del calcio vero insomma: Astori ti buchiamo le ruote della macchina. 

CENTROCAMPO DI SOSTANZA – A centrocampo tanta, ma proprio tanta, salute: 

– Michela Quattrociocche, compagna di Alberto Aquilani della Fiorentina. Ormai una veterana delle wags, potremmo quasi dire. La ricorderete qualche anno fa in “Scusa ma ti chiamo amore” di Federico Moccia. Scusa Moccia, ma dopo aver visto quel film io non ti pago più. 

– Cristina De Pin, fidanzata di Riccardo Montolivo del Milan. Anche lei una veterana. Noi ridiamo e scherziamo allegramente ora, ma c’è gente che gioca in Nazionale, è diventata capitano del Milan, sta con la De Pin e c’ha sempre la faccia di quelli a cui pare che gl’hanno appena rigato la macchina nuova, alla Giovanni di Aldo, Giovanni e Giacomo

– Sarah Felberbaum, neo-fidanzata di Daniele De Rossi. Una medianaccia di quelle possenti. Attrice di origini inglesi, la Sarah aspetta anche un figlio da “Capitan Futuro” (chiamarlo così a 30 anni mi fa un po’ senso). Auguri Sarah, soprattutto l’augurio di non fare più “Caterina e le sue figlie”, ti prego. 

UN ATTACCO STELLARE – E siamo arrivati al reparto avanzato, composto da talento, fantasia e tanta tanta, ma proprio tanta, ma proprio tanta, esplosività. 

Dietro le punte Ilary Blasi, il capitano di questa formazione, moglie di Francesco Totti da quando per  chiamare a casa usavi ancora il telefono a gettone. Come ha detto un nostro esimio collega della fratellanza: «E’ invecchiata, ma come tutti i calciatori a fine carriera darà il meglio di sè dietro le punte». Aggiungeremmo noi: non si invecchia mai veramente se si rimane giovani nel cuore, e la Ilary ha tanto cuore ancora. 

Trio offensivo da “mamma che paura”

– Carina Wanzung, neo-acquisto italiano, compagna dell’attaccante della Fiorentina Mario Gomez. Come vi dicevo, certi argomenti mettono da parte ogni rivalità sportiva, anche le più radicate. Ad esempio: la Carina è tedesca e noi italiani i tedeschi li sopportiamo poco, ma in questo caso non ce ne frega niente. Viva Carina, di nome e di fatto. Papà non ha sbagliato a darti quel nome. 

– Fanny Neguesha, fidanzata in carica di Mario Balotelli, attaccante del Milan. Dopo aver impalmato la Fico, “Super-Mario” ha voluto regalarci nuove emozioni. Ti vogliamo bene Mario. 

– Federica Nargi, la bomberina per eccellenza, fidanzata di Alessandro Matri della Fiorentina. Con l’acquisto dell’attaccante da parte della viola il tasso di bellezza sulle rive dell’Arno si è decisamente incrementato: dagli Uffizi al Santa Croce alla Nargi, tutte bellezze archi-tettoniche da guardare in religioso silenzio. 

FUORI QUOTA – Staff di lusso: 

In panchina da segnalare la presenza di Gloria Patrizi, fidanzata di Massimiliano Allegri. Lui è stato esonerato dal Milan, i tifosi rossoneri se ne faranno una ragione, noi amanti del “joga bonita” no, non possiamo accettare di non vedere più la Patrizi in tribuna. Presidente Barbara Berlusconi, perchè ogni squadra che si rispetti ha uno staff dirigenziale di alto livello. Responsabile settore giovanile Alessia Ventura, fidanzata (?) del tecnico della Primavera del Milan Filippo Inzaghi, perchè noi intendori del calcio di altri tempi sappiamo quanto importante sia crescere bene i giovani: a pane e wags.