Vignato, il retroscena: l’Inter ci provò a gennaio

Vignato, il retroscena: l’Inter ci provò a gennaio
© foto www.imagephotoagency.it

Il retroscena di mercato: l’Inter a gennaio provò ad assicurarsi le prestazioni di Emanuele Vignato e del fratello Samuele nell’ambito della sinergia societaria col Chievo

Sta impressionando in Serie A col Chievo, a gennaio è stato a un passo dall’Inter. Emanuel Vignato, attaccante classe 2000 divenuto in poche partite un punto fermo della squadra di Domenico Di Carlo, poteva approdare in nerazzurro nella scorsa sessione di mercato. Come riporta l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, l’Inter trattò col club veronese sia il classe 2000 che il fratello, Samuele (attaccante classe 2004 dell’Under 15 clivense), nell’ambito delle trattative per portare in Italia il portiere brasiliano Brazao (adesso al Parma).

La trattativa per i fratelli Vignato non si concretizzò, ma non è detto che l’Inter non ci riproverà, visti anche i buoni rapporti mantenuti con la società clivense. Certo, adesso la concorrenza è più alta: il Bologna ha offerto 5 milioni per le prestazioni di Emanuel, ma il Chievo ha rifiutato. Ora il valore dell’attaccante 2000 si è notevolmente alzato e potrebbero servirne almeno 10.