Cori razzisti contro Koulibaly, chiusa con sospensiva la Curva dell’Inter

inter curva nord tifosi contestazione
© foto Twitter

Cori razzisti contro Kalidou Koulibaly, l’Inter ottiene un turno di chiusura della Curva Nord con sospensiva: se in dodici mesi dovessero ripetersi casi come quello inerente il difensore del Napoli, il secondo anello verde verrebbe chiuso

I cori razzisti dei tifosi dell’Inter contro Kalidou Koulibaly non sono passati inosservati. Il difensore centrale del Napoli è stato protagonista indiretto di un brutto gesto dei tifosi nerazzurri a San Siro e adesso la Curva Nord è stata chiusa con sospensiva dal Giudice Sportivo. In pratica se l’evento dovesse ripetersi nei prossimi dodici mesi allora il settore verrebbe chiuso. «Rilevato che dalla relazione della Procura federale risulta che numerosi sostenitori dell’Inter (l’80% dei circa settemila spettatori collocati nel settore dello stadio denominato “secondo anello verde”) indirizzavano al calciatore del Napoli Koulibaly cori espressivi di discriminazione razziale […] delibera di sanzionare la società con l’obbligo di disputare una gara con il settore “secondo anello verde” privo di spettatori, disponendo che l’esecuzione di tale sanzione sia sospesa per un periodo di un anno con l’avvertenza che, se durante tale periodo sarà commessa analoga violazione, la sospensione sarà revocata e la sanzione sarà aggiunta a quella inflitta per la nuova violazione» è scritto nel comunicato del Giudice Sportivo. Un altro brutto episodio di razzismo in Serie A dopo il caso Muntari.

Condividi