Napoli, Jorginho: «Sassuolo tappa determinante per la volata Champions»

jorginho napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Jorginho lancia la sfida a Sassuolo e Roma, in palio la qualificazione diretta alla Champions League

Stagione in chiaroscuro quella di Jorginho con la maglia del Napoli: il centrocampista italobrasiliano ha iniziato come titolare inamovibile prima di incontrare un periodo di scarsa vena che l’ha visto spesso andare in panchina in favore del giovane e intraprendente Diawara. Un periodo che però l’ha visto tornare alla grande nelle ultime settimane e nella sfida contro l’Udinese il picco stagionale con anche la soddisfazione del gol. Ora serve proseguire su questa strada, domenica gli Azzurri saranno ospiti del Sassuolo al Mapei Stadium di Reggio Emilia, una gara da non sbagliare assolutamente per non perdere contatto sulla Roma: ogni passo falso può costare la qualificazione diretta ai gironi di Champions League, la differenza fra il preliminare o no sono tanti milioni di euro e soprattutto una preparazione estiva completamente diversa che può incidere su tutta la stagione. Di questo ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Jorginho, a partire proprio dal lunch match di domenica: «Contro il Sassuolo sarà una partita determinante per la volata Champions. Stiamo bene e vogliamo continuare su questa strada. Sto vivendo un momento molto buono e questo è merito di tutta la squadra. Siamo in una fase cruciale della stagione e vogliamo proseguire sulla striscia positiva di risultati». Filtra ottimismo per quanto riguarda la qualificazione alla Champions, la ricetta vincente è l’impegno costante, è soprattutto da impegni come quello di domenica che arrivano i punti decisivi: «Incontriamo un avversario che sta in buona salute, che in casa si esprime sempre in maniera brillante. Oltretutto giocheremo alle 12.30, un orario mai comodo, quindi dovremo davvero moltiplicare le forze per ottenere un risultato positivo».

JORGINHO: «ABBIAMO MESSO SOTTO LA JUVE, IL BARÇA NO» – Si passa poi ai grandi rivali, la Juventus, che ieri è riuscita nell’impresa di eliminare il Barcellona dalla Champions League senza subire gol da uno dei tridenti più letali della storia del calcio. Il Napoli da questo punto di vista ha fatto meglio mettendola in grande difficoltà al San Paolo qualche settimana fa: «La Juve è una squadra fortissima, lo ha confermato anche ieri al Camp Nou, ed essere riusciti a metterla sotto è un gran risultato per noi. Dobbiamo proseguire così, con la certezza che stiamo facendo il percorso giusto». E un pensiero anche sul futuro, col Mondiale di Russia che si avvicina e una maglia azzurra da riconquistare: «Sono già stato nell’orbita e vorrei tornare a giocare con l’azzurro dell’Italia, mi pare un desiderio legittimo da parte di ogni calciatore. Però è chiaro che ora penso a fare bene col Napoli, a dare il massimo per conquistare il secondo posto, poi a fine stagione vedremo dove saremo e  nel caso riprenderemo il discorso Nazionale. Sono felicissimo di essere in questa squadra ed in questa città meravigliosa. Napoli è un posto speciale che va vissuto per comprenderne la bellezza. Vivere qui è stupendo e ti regala tantissime emozioni».

Condividi