Atalanta, squadra a lezione di anti – scommesse

Il mondo delle scommesse ha contaminato troppe volte quello del calcio, l’Atalanta inverte la rotta

L’Atalanta di calcioscommesse ne sa qualcosa visto il caso che coinvolse Cristiano Doni, capitano della Dea, qualche anno fa. Non l’ultimo della lista dei protagonisti del calcio professionistico ad essere coinvolti in questi affari. Questa mattina, al termine della sessione di allenamento, sia prima squadra che Primavera hanno preso parte alla lezione dell’avvocato Baranca, nonchè dirigente di FederBet AISBL. A scriverlo è l’edizione online de La Repubblica. La FederBet è l’organo federale europeo che si occupa del controllo del gioco d’azzardo su questa tipologia di eventi.

NO BETTING – Quello andato in scena nella sala conferenze del Centro Sportivo Bortolotti a Zingonia è soltanto il primo degli incontri che si terranno a Bergamo per informare i tesserati delle conseguenze e dei rischi cui si può incorrere, nel rispetto del codice etico della società orobica. FederBet, inoltre, avrà il compito di monitorare le quote legate ai match dell’Atalanta e segnalarne, eventualmente, delle anomalie. Nel calcio di oggi, in cui intorno al pallone rotolano troppe altre questione extra calcistiche, è un passo importante verso la prevenzione dei tesserati e l’educazione ad un corretto comportamento etico sportivamente parlando.