Juventus, Benatia: «Allegri poteva parlare in faccia, a Roma tornerei»

Juventus, Benatia: «Allegri poteva parlare in faccia, a Roma tornerei»
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex difensore della Juventus Medhi Benatia, oggi all’Al Duhail, torna a parlare in una intevista sui rapporti difficili con Massimiliano Allegri e dell’esperienza alla Roma

Medhi Benatia non ha rimpianti: aver lasciato la Juventus a gennaio per i qatarioti dell’Al Duhail, anche qualche mese dopo, è una scelta su cui non ci sono ripensamenti. Intervistato stamane per La Gazzetta dello Sport il difensore marocchino, che non aveva mai nascosto le ragioni profonde del suo addio ai bianconeri, legate ai rapporti non ottimi con Massimiliano Allegri, è tornato nuovamente sulla propria decisione invernale: «Allegri è un bravissimo allenatore, parla la sua carriera – ha sentenziato Benatia – . Io non ho mai avuto problemi con lui, forse lui con me. Magari poteva parlarmi più in faccia».

Archiviato (non benissimo) il capitolo Juve, Benatia guarda ancora con interesse al campionato italiano e ad un’altra ex: la Roma. «Rudi Garcia mi ha dato fiducia, a volte gli facevo anche da interprete: dopo i due mostri Francesco Totti e Daniele De Rossi mi fece capitano – ricorda il difensore – . Sono cose che non dimentico, così come l’Olimpico. Quando entri in quello stadio, con quella gente, hai voglia di spaccare il mondo. Meriterebbero di vincere di più, quei tifosi. E io li capisco. Il vero romanista vuole vincere». Possibile l’idea di un ritorno? «Magari… Roma rimarrà sempre speciale per me».