Benatia: «Juventus, il Porto è abituato a certe partite»

benatia juventus
© foto www.imagephotoagency.it

La Juventus verso la sfida di Champions League con il Porto: ieri ha parlato Benatia, mettendo in guardia i bianconeri da facili entusiasmi per il sorteggio. Sul proprio futuro, invece: «Dispiaciuto di giocare poco, ma mi vedo ancora qui»

Ancora pochi giorni e anche per la Juventus suonerà la musica della Champions League: contro il Porto, per l’andata degli ottavi di finale, ci sarà da sudare in casa bianconera. Parola di Medhi Benatia. Il difensore, che ha giocato venerdì contro il Palermo (e che dunque, prevedibilmente, potrebbe non giocare mercoledì ad Oporto), ha parlato ieri ai microfoni di Sky Sport della partita contro i “Dragoni” portoghesi: «In Champions League non ci sono partite facili e comunque il Porto è abituato a giocare incontri di un certo livello. Per noi non sarà facile, ma il nostro obiettivo resta arrivare fino in fondo: per farlo dovremo vincere anche sfide del genere – le parole del giocatore marocchino, che ha poi ricordato come l’anno scorso, quando giocava nel Bayern Monaco, agli ottavi di Champions gli capitò contro proprio la Juve – . La partita di un anno fa? Non avevamo sottovalutato i bianconeri, che sono una squadra internazionale, anzi quando guardammo il sorteggio non eravamo per niente felici. Loro in Germania fecero una gran partita, fu bravo il Bayern a reagire».

Benatia e il futuro: «Sarà la Juventus»

Forse Benatia quest’anno, in bianconero, si aspettava di giocare un po’ di più, ma alla fine Massimiliano Allegri ha scelto diversamente. Nessun problema per l’ex romanista, che anzi precisa: «L’ultima partita in cui giocai in campionato fu contro il Genoa a novembre, quando perdemmo, qualsiasi giocatore dopo una partita del genere avrebbe voluto rifarsi subito, io invece ho dovuto aspettare tre mesi. Mi è dispiaciuto, ma rispetto sempre le scelte di Allegri, che sono giuste perché la Juve vince: chi gioca fa sempre bene, questa è la nostra fortuna». Il futuro di mercato, a questo punto, potrebbe essere in bilico (Benatia è ancora in prestito dal Bayern Monaco), ma il marocchino precisa: «Voglio giocare il più possibile e non farmi male. Il mio futuro è la Juventus».