Juventus, Caldara il primo tassello: «Spero di esserne all’altezza»

caldara atalanta
© foto www.imagephotoagency.it

Mattia Caldara e l’ultimo mese e mezzo da calciatore dell’Atalanta. Prima la qualificazione in Europa League, poi sarà pronto per la laurea con la Juventus di Allegri

Mattia Caldara sarà il primo tassello di ricostruzione della Juventus a partire dalla stagione 2018/2019. Il centrale dell’Atalanta, in prestito da un anno e mezzo dopo l’ufficialità dell’acquisto da parte dei bianconeri, in estate si trasferirà alla corte della Vecchia Signora. «Spero di essere all’altezza della Juventus. Ma ho ancora un mese e mezzo da spendere qui all’Atalanta, e sarà sicuramente il più importante, perché vorrei concludere con la ciliegina sulla torta: raggiungere un’altra volta la qualificazione all’Europa League con la formazione nerazzurra» ha detto a margine di un incontro coi ragazzi organizzato dal Csi locale presso l’oratorio di Boccaleone a Bergamo. 

Prosegue ancora Caldara nelle dichiarazioni rilasciate in vista del prossimo impegno di campionato con la Spal: «Meritiamo l’obiettivo della seconda qualificazione consecutiva in Europa League per quanto fatto durante l’arco della stagione e lo vogliamo fortemente. Purtroppo non sarà facile, anche perché martedì abbiamo perso contro la Sampdoria e così, invece di tagliarla fuori, l’abbiamo rimessa in gioco. Inoltre c’è la Fiorentina che è tornata in auge, ragion per cui non si possono più perdere punti per strada. A cominciare già da sabato contro la Spal, una gara difficile contro una squadra che lotta per salvarsi».