Campioni diversi, stesso record: Quagliarella raggiunge Batistuta

Campioni diversi, stesso record: Quagliarella raggiunge Batistuta
© foto www.imagephotoagency.it

Quagliarella va in gol contro l’Udinese eguagliando il record di gol in partite consecutive di Batistuta: il percorso dei due goleador

Ce l’ha fatta. Fabio Quagliarella ha eguagliato il record di Gabriel Batistuta, andando in rete contro l’Udinese per undici partite di fila. L’attaccante della Sampdoria ha compiuto un’impresa incredibile, soprattutto per un giocatore che a fine mese compierà ben 36 anni. Il calciatore doriano ha scritto la storia con la sua striscia di gol, proprio come il leggendario bomber della Fiorentina ’94-’95. Percorsi diversi di due punte diverse, che hanno portato allo stesso trionfo a distanza di 25 anni, che garantisce loro un posto di riguardo nella storia della Serie A. Ripercorriamo le cavalcate dei due implacabili goleador.

Quagliarella ha trovato il primo gol del record nell’avvincente sfida di San Siro contro il Milan, il 28 ottobre 2018 (decima giornata). Dopodichè, ha ribadito in rete dopo aver fallito un rigore contro Salvatore Sirigu e il suo Torino. Successivamente ha segnato nel Derby della Lanterna, ha siglato una doppietta contro il Bologna e ha punito rispettivamente Lazio, Parma, Empoli, Chievo (con tanto di colpo di tacco magico contro i clivensi). Infine, è arrivato il gol dell’ex contro la Juventus su rigore, la doppietta contro la Fiorentina e, in conclusione, la rete del record contro un’altra sua ex squadra, l’Udinese.

Venticinque anni prima, invece, Batistuta aveva segnato per undici partite consecutive, iniziando la propria striscia realizzativa proprio in occasione della prima giornata del campionato 1994-1995 contro il Cagliari, precisamente il 4 settembre 1994. Poi beffò il portiere del Genoa Tacconi e siglò una doppietta contro la Cremonese (molti ricorderanno il secondo gol, una mezza rovesciata mozzafiato). Subito dopo ci fu il gol contro l’Inter, e poi la rete nei due pareggi contro Lazio e Reggiana, oltre a quelle dei successivi successi contro Padova, Brescia e Bari. Il Re Leone eguagliò il record di Pascutti il 20 novembre 1994, nell’incredibile 5-2 in trasferta, contro il Napoli , che lo vide protagonista con due reti. Il primato del giocatore del Bologna fu poi battuto la settimana seguente contro la Sampdoria, il 27 novembre 1994.

Alla fine della stagione, Batistuta vinse il premio di capocannoniere del campionato. Quagliarella è in corsa per lo stesso titolo e gode di uno stato di forma strepitoso. Ha quasi 36 anni, è vero, ma abbiamo imparato che con lui le sorprese sono dietro l’angolo…