Conferenza stampa Gasperini: «Domani sarà una festa» – VIDEO

Conferenza stampa Gasperini: le parole del tecnico dell’Atalanta alla vigilia della sfida di domani sera contro il Manchester City

Gia Piero Gasperini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di domani sera contro il Manchester City. Le sue parole.

COMPLIMENTI GUARDIOLA – «Sono graditi, da parte dell’allenatore, io non posso aggiungere nulla a quello che è già stato detto su lui come tecnico. Posso dirlo come persona, spessore umano, è stato protagonista di un gesto molto bello, che io non dimentico. Essere qui oggi, di fronte alla sua squadra, è motivo di orgoglio. La partita ha tanti risvolti, sappiamo della forza, ma a livello internazionale dobbiamo fare una bella partita, con le nostre caratteristiche, con l’umiltà necessaria. Ma anche con la voglia di fare una bella gara».

DIFENSORI – «Pochi difensori? Qualcuno è rimasto, Palomino domenica lo abbiamo perso, Kjaer ha avvertito una piccola contrattura. Non sarà questione lunga, ma ce lo toglie per la gara di domani. Nonc redo che per questa partita si possano fare esperimenti».

MANCHESTER CITY – «Ha una coralità di squadra che, abbinata alla tecnica di grandi giocatori, in pochi riescono a esprimere. Lo ha fatto a Barcellona, a Monaco, qui. Le grandi squadre non sono quelle composte da grandi calciatori. Rende la squadra ricca di soluzioni, con molte più variabilità. Sarà molto importante proporci, altrimenti saremo in balia dell’avversario. Mi dispiacerebbe toccare poco il pallone… pur in buona compagnia»

ZAPATA – «Chiaro che un giocatore come Zapata ci possa mancare, a Roma abbiamo sopperito molto bene. Ci manca un’alternativa in più, o in campo da subito o durante la partita. È importante, sappiamo che per qualche settimana dovremo farne a meno. Vale così anche per la difesa, ma nell’arco della stagione ci possono essere dei momenti… almeno finora siamo stati fortunati, però abbiamo le risorse per potere sopperire»

MURIEL – «Ha avuto qualche acciacco, al ginocchio, più la convocazione in Nazionale, la tonsillite. Sabato ha giocato e fatto bene, è pronto. Non è mai facile dire, per un attaccante… Il ruolo è dove ci sono più rotazioni, in tutte le squadre. Giocando qualche partita di fila starà ancora meglio»

THIAGO MOTTA – «Sono felicissimo che inizi dal Genoa. Spero fortemente, a parte la gara che giocherà contro di noi, però ci vuole un bel po’ di tempo. Per me è stato fantastico, è una storia la sua. Quando avremo tempo la racconteremo, è stato un momento molto bello. Anche per lui, di rilancio assoluto, poi è andato all’Inter, ha vinto la Champions, è finito al PSG. Spero possa fare bene»