De Zerbi: «Ho litigato con dodici allenatori. Il Sassuolo è formato da persone competenti»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Roberto De Zerbi ha parlato in un’intervista al Foglio Sportivo: queste le dichiarazioni del tecnico del Sassuolo

In una lunga intervista rilasciata al Foglio Sportivo, l’allenatore del Sassuolo Roberto De Zerbi ha parlato della stagione dei neroverdi e ha raccontato delle sue esperienze passate da giocatore. Ecco le sue parole.

CLASSIFICA – «La sto guardando, sì. Ma la classifica va guardata con ambizione e non come responsabilità. Potevamo avere qualche punto in più. Però dobbiamo anche pensare da dove siamo partiti tre anni fa. Stare in basso è più difficile».

ALLENATORI – «Su quindici che ho avuto con dodici ho litigato. Uno? Non ve lo dico, ci fate il titolo. Qualche volta si sbaglia, e anche l’allenatore può chiedere scusa. Essere poco coerente, ambiguo, egoista: queste erano cose che odiavo. Cerco sempre di non essere così, cerco di ricordarmelo. Meglio dire una cosa brutta, piuttosto che trascinare avanti le cose».

SASSUOLO – «Questa è un’azienda che sa camminare perché è formata da persone competenti, non è un miracolo. È la continuazione del progetto di Squinzi, a cui noi cerchiamo di rendere onore. Che il calcio possa essere paragonato a un’azienda è giusto, muove soldi. Ma negli ultimi anni si è scelta la direzione economica a discapito di quella sentimentale. E la gente si sta distaccando dal pallone».