Edera, è lui la sorpresa del Toro di Mihajlovic

simone edera, torino
© foto www.imagephotoagency.it

Simone Edera si è fatto largo nelle gerarchie: due reti all’Olimpico di Roma e più spazio per lui, viste anche le bizze di Niang e Llajic

Sarà anche scontato, ma rende l’idea: Simone Edera, 21 anni il 9 gennaio prossimo, si sta… arrampicando sul Toro. Purtroppo per il prodotto del settore giovanile granata non gli tocca sempre l’Olimpico capitolino quale teatro per esibirsi, ma è a Roma che l’esterno offensivo ha la chiara tendenza a travestirsi da bomber. Due lunedì fa, subentrando a Iago Falque, ha infilato Strakosha con un tiro mancino secco e preciso. Mercoledì, invece, Sinisa Mihajlovic gli ha concesso la prima chance dal 1′ in Coppa Italia contro la Roma. E lui ha risposto sfoderando una prestazione di assoluto livello, portando il Toro sul 2-0 seguendo sul secondo palo il cross di Berenguer.

RIVELAZIONE – Una gioia tripla: in un colpo solo Edera ha segnato il primo gol in Coppa Italia con i granata, si è guadagnato l’appellativo di “ragazzo della Capitale”, e ha avvicinato il bonus che Cairo gli ha promesso in caso di un determinato numero di presenze disputate. Va da sé, numero che il ragazzo può raggiungere soltanto attraverso la bontà delle prestazioni. Esattamente ciò che sta facendo: sfruttare ogni minima possibilità che gli viene accordata. Secondo quanto riportato da “Tuttosport”, a questo punto, l’ipotesi di un suo prestito a gennaio sembra scongiurata. Anzi, nel futuro di Edera si stagliano il prolungamento (ha il contratto in scadenza nel 2021) con allegato un corposo adeguamento.