Fiorentina-Juventus: i quattro capitoli di una rivalità storica – VIDEO

Fiorentina-Juventus non è mai un match banale, soprattutto per il popolo toscano. Ecco i motivi che hanno reso il confronto uno dei più sentiti in Serie A

L’importanza che Fiorentina-Juventus ha acquisito per le due tifoserie, specialmente per quella viola, ha radici molto antiche e sviluppi inattesi. Il primo evento storico in ordine cronologico ci riporta allo scudetto del 1982, con le due compagini appaiate in testa alla classifica all’ultima giornata, in uno dei duelli più emozionanti di sempre. Vinceranno i bianconeri grazie ad un rigore trasformato da Brady, mentre sull’altro campo Graziani si vedrà annullare una rete che condannerà la viola al pareggio. Otto anni più tardi, nel 1990, la storia si ripete, questa volta uno scontro diretto in un contesto decisamente più internazionale. È la finale di Coppa Uefa e la Juventus si impone ancora una volta aggiudicandosi il trofeo.

Ma Fiorentina-Juventus non è solo una rivalità storica fatta di successi e cadute sul campo, ma anche un’acerrima lotta sul piano del mercato, con clamorosi cambi di maglia capaci di far discutere tuttora il mondo del calcio nostrano. Su tutti, il sentitissimo addio di Roberto Baggio, cui fa seguito quello più recente di Federico Bernardeschi, che hanno letteralmente fatto insorgere la tifoseria viola. Adesso la Juventus ha un nuovo obiettivo dalle parti di Firenze, quel figlio d’arte che di nome fa Federico Chiesa e che tanto sta stupendo da un paio d’anni a questa parte. Il futuro ci dirà se i bianconeri riusciranno a strappare l’ennesimo colpaccio o se la Fiorentina riuscirà ad ottenere una piccola ma piacevole vendetta. Intanto, appuntamento a sabato sera nella speranza di vedere una bella partita tra due grandi squadre, lo stadio è l’Artemio Franchi di Firenze. Fischio d’inizio, ore 18:00.