Gattuso apre a Mandzukic: «Mi piace». E sulla decisione dell’UEFA…

Gattuso apre a Mandzukic: «Mi piace». E sulla decisione dell’UEFA…
© foto www.imagephotoagency.it

Gattuso in conferenza stampa apre all’arrivo di Mandzukic in rossonero. I temi dell’allenatore rossonero in sala stampa per Milan-Benevento, con un occhio attento a ciò che deciderà l’UEFA

La conferenza stampa di Gennaro Gattuso in vista di Milan-Benevento è stata anche e sopratutto l’occasione di parlare dei temi rossoneri più caldi. E non solo riguardanti l’attesa per la decisione dell’UEFA, ma anche e sopratutto per parlare degli obiettivi di calciomercato per la prossima stagione. A partire dal possibile arrivo di Mario Mandzukic dalla Juventus. L’apertura fatta da Gattuso in conferenza stampa lascia presagire come questa non sia affatto una pazza idea o una ipotesi da non prendere in considerazione.

Non è, insomma, la solita boutade di calciomercato sparata qui e là in un momento in cui le trattative sono per lo più a livello sotterraneo tra i club. Gattuso, a precisa domanda sul possibile arrivo di Mandzukic al Milan, risponde così: «Mandzukic? Mi piace… mi piacciono tutti, anche Messi, Ronaldo, Pogba… Rassicuro i nostri tifosi che ci vogliono 3 o 4 giocatori per rafforzare questa squadra. Sui numeri non posso dir nulla perché non sono un dirigente, tuttavia non è detto che debbano uscire calciatori prima che ne entrino altri. La UEFA non si è ancora espressa, dunque attendiamo l’esito».

Testa al Benevento per Gattuso: «Giochiamo contro una squadra che non ha nulla da perdere e che gioca bene a calcio grazie a De Zerbi. Ha grandissime idee, molto preparato, quando vedo un mio collega cerco sempre di rubare loro qualcosa. Arrivare in Europa League per il Milan è fondamentale, è importante per noi arrivare in Europa perché un club come il Milan non può star fuori dall’Europa. Non vinciamo da un mese, ma dobbiamo giocare da squadra e avere una grande mentalità. Ma non è vero che non arrivando in Champions non abbiamo più stimoli, abbiamo una qualificazione in Europa League da giocarci e una finale di Coppa Italia».