Gattuso sincero: «Dicembre disastroso ma sento fiducia. Higuain? Credo resterà»

Gattuso sincero: «Dicembre disastroso ma sento fiducia. Higuain? Credo resterà»
© foto www.imagephotoagency.it

La consueta conferenza stampa di Rino Gattuso alla vigilia della gara di campionato tra il suo Milan e la Spal

Giornata importante in casa Milan con le dichiarazioni di Rino Gattuso, alla vigilia dell’importantissimo match di domani sera contro la Spal. Il tecnico rossonero ha parlato così alla vigilia della sfida contro gli estensi: «Sono d’accordo con quanto detto da Ancelotti: è giusto fermarsi. Bisogna capire che sono 4 imbecille, non uno stadio intero. Sta succedendo da tantissimo tempo, è un problema e bisogna portare rispetto per tutte le persone, bisogna capire che siamo tutti uguali. Donnarumma? E’ un fenomeno per l’età che ha. La sua stagione è sicuramente positiva e se non abbiamo perso a Frosinone è per merito suo: a volte va giudicato in modo errato, ce lo teniamo stretto perché è un grandissimo portiere. Momento? C’è tanta delusione, dobbiamo cercare di far passare meno spifferi. Ora non prendiamo gol ma non riusciamo a farne. L’arrabbiatura più grande a Frosinone è come aver approcciato la partita, dobbiamo essere consapevoli di aver fatto un dicembre disastroso ma abbiamo l’occasione di poter girare a quota 31 e negli ultimi anni il Milan ci è riuscito solo una volta».

Prosegue Gattuso: «I calciatori non devono pensare al mio futuro. Io sento fiducia da parte dei dirigenti, poi è normale che devono arrivare anche i risultati. Higuain? Quest’anno fa più dribbling rispetto all’anno scorso, stessi palloni toccati, gli manca la stoccata e il gol. Ho parlato con lui ma io credo che rimarrà qui. Poi, se succederà il contrario mi sarò sbagliato, ma da quello che ci siamo detti penso resterò qua. Voglio vedere Higuain del secondo tempo a Frosinone, quello è Higuain, ha saltato l’uomo, ha avuto occasioni. Ha pagato l’espulsione e il rigore sbagliato con la Juve ma io non voglio sentir parlare di cessione».