A Genova il festival dei rimpianti: Rossi vs. Simeone, storie parallele

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Genoa-Fiorentina: Pepito Rossi torna titolare contro l’amata ex viola nel giorno dell’amarcord. Dall’altra parte Simeone, l’attaccante che i rossoblu hanno ceduto forse troppo presto…

Quasi un gioco del destino, che poi tanto gioco non è: Genoa-Fiorentina sarà la partita di Giuseppe Rossi. Proprio lui, l’ex grande idolo viola, l’uomo capace di piegare la Juventus in un’epica partita che a Firenze ancora ricordano ben volentieri, dovrebbe tornare oggi titolare con i rossoblu contro la sua amata Viola. Dai bei tempi che furono, di acqua sotto Ponte Vecchio ne è passata parecchia: Rossi, reduce da una sequela quasi infinita di infortuni abbastanza gravi, prova a riprendere in mano una carriera che pare spezzata. Anche per questo motivo, contro una parte del suo pubblico oggi, Davide Ballardini gli darà fiducia, come sottolineato ieri in conferenza stampa (leggi anche: LA CONFERENZA STAMPA DI BALLARDINI): «Il mio è un discorso proiettato alla prossima stagione: questi mesi sono stati propedeutici a vedere Rossi al meglio l’anno prossimo, quando avrà la possibilità di fare tutta la preparazione estiva». Crederci sempre, arrendersi mai.

Rossi però non sarà l’unico ex della gara: tra le fila viola c’è infatti quel Giovanni Simeone che in estate Enrico Preziosi non si era fatto troppi problemi a cedere dopo una sola stagione. Il Cholito era stato scaricato di fatto per fare posto a Gianluca Lapadula, che però non ha per nulla soddisfatto le attese genoane: conti alla mano l’argentino, che ha cinque anni in meno dell’ex attaccante del Milan, è stato venduto per 15 milioni di euro più bonus ed ha segnato finora 13 gol in campionato. Lapadula, invece, valutato più o meno la stessa cifra (riscatto obbligatorio dal Milan) di gol ne ha segnati solo 5, quasi tutti su rigore… Tradotto in altri termini: la coppia Rossi-Lapadula non ha dato per ora i frutti sperati, tant’è che lo stesso Ballardini avrebbe fatto richiesta per un’altra punta (leggi anche: GENOA: IPOTESI NESTOROVSKI) ed è proprio qui la spiegazione migliore dei numeri dell’attacco rossoblu di quest’anno, bilanciati soltanto da una grande difesa. Se Pepito può essere un rimpianto viola per ciò che poteva essere e non è stato, lo stesso si può dire pure di Simeone per il Grifone: se ci fosse stato lui quest’anno…

simeone genoaGenoa-Fiorentina: le probabili formazioni

PROBABILE FORMAZIONE GENOA (3-5-2) – Perin; Biraschi, Rossettini, Zukanovic, Lazovic; Bessa, Bertolacci, Hiljemark; Medeiros; Pandev, Lapadula.
Panchina: Lamanna, Zima, El Yamiq, Migliore, Laxalt, Rosi, Rigoni, Cofie, Taarabt, M.Veloso, Omeonga, Galabinov, Rossi.
PROBABILE FORMAZIONE FIORENTINA (4-3-2-1) – Sportiello; Bruno Gaspar, Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Benassi, Badelj, Veretout; Saponara, Chiesa; Simeone.
Panchina: Dragowski, Cerofolini, Hristov, Olivera, Cristoforo, Eysseric, Gil Dias, Dabo, Thereau, Falcinelli.


Leggi anche: PROBABILI FORMAZIONI SERIE A: LA GUIDA AL FANTACALCIO