Iachini verso Inter-Sassuolo: «Voci sulla goleada danno fastidio»

Iscriviti
© foto Calcionews24

Le parole del tecnico del Sassuolo, Beppe Iachini, in vista della sfida di campionato contro l’Inter nella penultima giornata di Serie A

Inizia con una rivelazione la conferenza stampa di Beppe Iachini, tecnico del Sassuolo: «Martedì quando mi sono presentato al campo per la ripresa degli allenamenti è successa una cosa bella. Entro nello spogliatoio per fare il punto della situazione, tutta la squadra si è alzata in piedi ed ha applaudito l’allenatore e lo staff. Questo è stato un grande gesto da parte dei ragazzi, molto importante dal punto di vista professionale che fa capire come avessero delle difficoltà al mio arrivo, di quanto sentissero particolarmente il dover raggiungere questo obiettivo e riconoscere il lavoro fatto insieme, aggrappandosi allo staff e all’allenatore. Questo è stato motivo di grande soddisfazione dal punto di vista umano e professionale. Non sono abituato a far questo ma questo è stato un gesto molto bello da parte dei ragazzi ed era giusto rivelarlo».

Prosegue il tecnico: «Il Sassuolo sta come nelle ultime settimane. Cercheremo di mandare in campo una squadra che cercherà di fare il meglio. Le voci sulla goleada danno fastidio. Futuro? Conta il presente. Penso a far fare alla squadra il proprio lavoro. Poi vedremo chi sarà disponibile, mi sarebbe piaciuto riavere tutti a disposizione in queste due settimane, poi finito il campionato vedremo cosa accadrà. Sono contento e soddisfatto sotto tutti gli aspetti per il mio lavoro qui al Sassuolo dove abbiamo anche raggiungimento. Berardi? Io l’ho visto bene, anche nelle altre circostanze. Per un attaccante conta il gol ma lui mi ha sempre dato grande disponibilità e con la Samp ha recuperato la palla nell’azione che ha portato poi al gol».

Infine, conclude Iachini: «Turnover? Per me sono tutti titolari ma non voglio alimentare polemiche e vedremo il da farsi. Noi arbitri Champions? Io penso al Sassuolo, alla mia squadra, come ho sempre fatto e così devono ragionare i ragazzi, poi che arrivi una squadra o l’altra a noi non interessa ma non è una sola partita a stabilirlo ma il lavoro di un’intera stagione. L’Inter? Si vedono trame di gioco importanti, è una squadra tecnica e molto forte. Per noi sarà una partita complicata e difficile ma dovremo fare una partita più che perfetta ma faremo quello che dobbiamo fare con la massima serietà e con la voglia di dare fastidio come abbiamo già fatto. E’ più difficile rispetto all’andata perché noi abbiamo delle problematiche, l’Inter è cresciuta, ha aggiunto altri ragazzi come Rafinha, è diventata ancora più squadra».

(Dal nostro inviato a Sassuolo Antonio Parrotto)