Inter, attacco a Mediaset: ‘rubate’ immagini dell’infortunio a Stankovic

© foto www.imagephotoagency.it

PECHINO – Nella patria della censura, un’immagine rapita è stata oggetto di un pomeriggio avvelenato. L’Inter ha provato il campo del Nido d’uccello a porte chiuse e Gasperini, lontano da occhi indiscreti, ha sperimentato l’ipotetica formazione da schierare contro il Milan. Con qualche sorpresa. Non la difesa a tre, Ranocchia-Samuel-Chivu (recuperato), ma il centrocampo a cinque con il capitano Zanetti largo a destra, Thiago Motta a fianco di Stankovic ma pronto ad abbassarsi davanti alla difesa e Alvarez sul centro sinistra, lesto a ripartire e a sistemarsi dietro Eto’o sulla linea di Sneijder, tornato al suo ruolo di trequartista e non di centrocampista centrale come era stato impiegato nelle precedenti amichevoli. Obi, esterno sinistro per contrastare le folate di Abate, la novità  più rilevante della prova generale insieme all’esclusione di Pazzini.

Il guaio è che Mediaset, con un’incursione clandestina, ha ripreso il fatto saliente della giornata: l’infortunio a Stankovic. Il serbo, dopo uno scontro di gioco, è uscito zoppicante e aiutato dai massaggiatori. L’Inter, che forse aveva meditato di nascondere l’informazione, per non dare vantaggio al Milan, è stata costretta a pubblicare la notizia sul proprio sito. E il fatto che dietro questa storia ci sia la televisione di Berlusconi ha aggiunto pepe alla vicenda e autorizzato qualche pensiero maligno in casa nerazzurra. Al ricevimento presso l’ambasciata italiana, l’Inter si è lamentata dell’invasione non autorizzata. L’a.d. Ernesto Paolillo ha presentato una rimostranza ufficiale a Marco Brunelli, segretario generale della Lega, peraltro già  informato nei dettagli di quando accaduto.

L’Inter è seccata, Mediaset si è scusata, la Lega ha bloccato l’immagine prima che andasse in onda. Gasperini, più che per la spiata, è preoccupato per le condizioni del centrocampista serbo, alle prese con una forte contusione al ginocchio sinistro che soltanto oggi sarà  valutata bene. Nel clan nerazzurro si respira un certo pessimismo. Stankovic, considerata l’emergenza assoluta, ha promesso a compagni e allenatore che farà  di tutto per recuperare. Ma sarebbe una specie di miracolo.
Dopo l’infortunio, Gasperini ha fatto altre prove senza però cambiare il modulo: dentro Santon sulla fascia destra con Zanetti a fianco di Thiago Motta. E nella seconda parte della partitella in famiglia, ha chiamato in causa Pandev al posto di Alvarez. Oggi rifinitura al Worker’s stadium, lo stadio dei lavoratori. Ancora una sessione blindata. Basterà  per scoraggiare gli incursori?

Fonte | Corriere.it