Inter, hai un sindaco a centrocampo: Borja Valero si è sbloccato

Iscriviti
borja valero
© foto www.imagephotoagency.it

Ieri, Borja Valero ha sbloccato la gara, segnando a una delle sue vittime preferite: quel Verona a cui ha già fatto tre gol in carriera

Da 23 turni di campionato non compariva il suo nome nel tabellino marcatori, l’ultima rete l’ha messa a segno in Fiorentina-Udinese 3-0. Per tornare a festeggiare un gol, Borja Valero ha scelto l’unica squadra alla quale ha già rifilato una doppietta (l’unica da quando è in Italia) nel 2014, sbloccando la gara che stava diventando complicata visto la buona linea difensiva dell’Hellas Verona

Borja Valero è uno degli acquisti più convincenti del mercato dell’Inter, diventato insostituibile per Spalletti nell’undici titolare, gli sono servite undici gare per firmare la sua prima rete in maglia nerazzurra. Lo schema non è nuovo (cross-gol già visto in 8 dei 22 gol segnati dall’Inter ), ma il marcatore sì. La palla sul destro  gli è arrivata da un lancio perfetto di Candreva e l’appoggio in porta a quel punto è sembrata la cosa più facile del mondo.

Centrocampista ordinato e intelligente non sbaglia mai la giocata, ricopre un ruolo di fondamentale importanza negli equilibri dell’Inter, sia come trequartista dietro le punte sia in fase di gestione del pallone. Per questo Luciano Spalletti non ci rinuncia mai, ha trovato il metronomo del suo centrocampo, capace di alzare o abbassare il ritmo in qualsiasi momento della partita.
In coppia con Vecino forma una solida cerniera a centrocampo e per questo motivo il tecnico nerazzurro ha insistito tanto per averli con sé, tra lo scetticismo generale.
Dato da non sottovalutare, il gol di Borja Valero nasce da un inserimento di un centrocampista proprio come quello di Vecino contro la Roma o Brozovic contro il Benevento, movimenti che stanno a cuore a Spalletti e che ora stanno dando i loro frutti.