Inzaghi teme l’Atalanta: «Senza Europa, avrebbero lottato per la Champions»

Iscriviti
lazio inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Simone Inzaghi alla vigilia di Lazio-Atalanta, match valido per la 36esima giornata di Serie A Tim 2017/2018

Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro l’Atalanta: «Non penso sia una gara decisiva, ma è di certo importantissima. Bisogna dare seguito alle nostre prestazione, anche se l’Atalanta è ben organizzata. Se non avesse partecipato all’Europa quest’anno, ora si starebbe giocato la Champions con noi, Inter e Roma. Se le vinciamo tutte e tre saremo in Champions? Certo, ma non dobbiamo pensare agli altri. Pensiamo alla nostra partita, che è difficile. Le assenze? Immobile, Parolo e Radu sono calciatori importanti, ma siamo abituati perché quest’anno abbiamo avuto molto problemi. Il nostro punto forte è il gruppo, è stata la nostra forza negli ultimi due anni e mezzo. Murgia? Sta crescendo, è un ottimo giocatore. Ha avuto molto minutaggio tra campionato ed Europa League, ma davanti a lui ci sono giocatori come Leiva, Parolo e Milinkovic, o anche Lulic che domani può fare la mezzala. Sono contento di lui, sono certo giocherà una grande partita anche domani».

L’allenatore biancoceleste ha continuato: «Se la qualificazione in Champions passa dalla difesa? Sicuramente, ma con l’Atalanta dovremo stare attenti ad entrambe le fasi. Hanno ottimi calciatori ed è rientrato anche Ilicic. Hanno la possibilità poi di inserire Cristante tra i mediani e lasciare Barrow in panchina. Gasperini poi è bravissimo a far rendere le sue squadre al meglio, l’Atalanta può mettere in difficoltà tutti. Caicedo? Non deve dimostrarmi nulla, l’ha già fatto in questi mesi per come si è allenato e si è proposto. Ha sostituito Immobile sempre al meglio. Chi giocherà tra Luis Alberto e Felipe Anderson? Ho ancora dei dubbi, Felipe si sta allenato benissimo e non l’ho mai visto disponibile come negli ultimi mesi, è nel pieno della maturità. Ci sono diverse soluzioni, ma la cosa certa è che Caicedo giocherà dall’inizio».