Jesus Datolo nei guai: evasione e trasporto di contanti

Jesus Datolo nel mirino della polizia brasiliana: l’ex Napoli accusato di evasione fiscale e trasporto illecito di denaro. Pizzicati due amici “corrieri” in aeroporto a Rio

Difficile i tifosi del Napoli possano dimenticare Jesus Datolo. Un solo anno in azzurro, arrivato direttamente dal Boca Junior, e una sola rete, ma che rete: fu lui l’artefice della grande rimonta del Napoli contro la Juventus a Torino, nel 2009, gara terminata poi 3-2 per la squadra di Walter Mazzarri.

GROSSO GUAIO – Il giocatore, oggi all’Atletico Miniero, si è reso adesso protagonista di una brutta vicenda di cronaca che rischia di avere brutte ripercussioni nel proseguimento della sua carriera. Come spiegato nell’edizione online de Il Mattino, il calciatore sarebbe stato accusato di evasione fiscale e trasporto illecito di contanti per un ammontare di circa 41mila euro.

LA VICENDA – Il fatto risalirebbe allo scorso mercoledì, quando due amici dell’attaccante sarebbero stati pizzicati in aeroporto con 150 mila Reais di sua proprietà, non dichiarati. I due, come spiegato su La Gazzetta dello Sport, erano a Rio de Janeiro ed erano diretti a Buenos Aires. Subito sono arrivate le precisazioni di rito di Jesus Datolo, che ha spiegato prontamente il legame con i due ragazzi, “amici di infanzia”, e la provenienza lecita di quel denaro. Tuttavia, i 21 viaggi compiuti dalla coppia nel recente periodo hanno destato più di un sospetto nelle forze dell’ordine che proseguiranno le indagini.