Gattuso amaro: «Sconfitta che brucia, per l’Europa League servono due partite importanti»

Iscriviti
gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore del Milan, Gennaro Gattuso, commenta la sconfitta in finale di Coppa Italia contro la Juventus

Un 4-0 senza appelli. Il Milan di Gennaro Gattuso esce ingloriosamente dalla finale dell’Olimpico che consegna la Coppa Italia alla Juventus (leggi le parole di Allegri). L’allenatore rossonero, intervenuto a margine della gara, ha espresso la sua delusione: «Il calcio è cosi, il risultato non rispecchia la prestazione, poi se si sbaglia si paga. Nel primo tempo non ricordo grosse occasioni della Juve, mentre noi siamo andati vicini al gol un paio di volte» le parole ai microfoni di Rai Sport.

Gattuso ha poi proseguito: «Sicuramente qualche peccato di gioventù lo abbiamo commesso anche oggi. In questo momentio anche io sono un allenatore giovane, ho 40 anni. Forse c’è troppa pressione che non si riesce a gestire, ma ora non dobbiamo guardare al 4-0 ma a come abbiamo preso. Non tutto è da buttare via, la cosa che fa piu male è portare 35-40mila supporters e dargli questa delusione. E’ una sconfitta che brucia, adesso avremo 180 minuti contro due squadre che staranno meglio di noi. Andremo in Europa League solo con 2 prestazioni importanti. ».