Klopp apre la porta al Napoli: «Futuro? Mi piace l’Italia e De Laurentiis»

Klopp apre la porta al Napoli: «Futuro? Mi piace l’Italia e De Laurentiis»
© foto www.imagephotoagency.it

A ventiquattro ore dalla sfida decisiva per il passaggio del turno contro il Napoli, Jurgen Klopp non chiude la porta ad un possibile futuro in Italia

Vigilia di Champions per Jurgen Klopp. Il tecnico del Liverpool attende il Napoli nella decisiva sfida di Anfield, conscio che una vittoria potrebbe non bastare ai suoi per passare i gironi. Eliminazione che avrebbe del clamoroso se consideriamo che a maggio i Reds erano in finale di Champions: «Siamo responsabili del nostro destino, passare il turno in un gruppo così complicato sarebbe speciale, come speciale sarà l’atmosfera di domani ad Anfield. Dobbiamo creare con il nostro gioco e con il clima caloroso le situazioni giuste, non vediamo l’ora di giocare questa gara e faremo di tutto per vincere». ha detto Klopp. ”

Sull’avversario di domani, il tecnico ha detto: «Conosciamo il Napoli, già con Sarri giocava bene ma ora con Ancelotti ha grande esperienza. Quando lo abbiamo incontrato in estate Carlo mi aveva detto che stava cercando di apportare qualche cambiamento, è una squadra che gioca all’italiana difendendosi bene e ripartendo. Se c’è un posto dove noi possiamo fare questa impresa, questo è sicuramente Anfield». Pungolato su un possibile futuro in Italia, Klopp non si è tirato indietro: «Allenare in Italia in futuro? Mancano ancora 3 anni e mezzo alla fine del mio contratto, magari a quel tempo nessuno mi vorrà più…Detto ciò, sicuramente l’Italia mi piace molto come Paese, anche se non parlo la vostra lingua. E mi piace molto anche il presidente De Laurentiis, uno che non ha peli sulla lingua e dice sempre quello che pensa. Lui poi ha fatto tutte ottime scelte in questi anni, prima con Benitez, poi con Sarri e ora con il ritorno di Ancelotti. Ma per adesso sono molto contento a Liverpool e non penso al mio futuro»