L’agente di Verdi fa chiarezza: «Rifiutato per motivi personali»

© foto www.imagephotoagency.it

Il procuratore di Simone Verdi spiega i motivi del rifiuto al Napoli: «Le ragioni sono personali»

Il gran rifiuto di Simone Verdi all’offerta del Napoli è la notizia del giorno. A fare ulteriore chiarezza sulla scelta del giocatore del Bologna pensa Donato Orgnoni, agente dell’esterno rossoblu che ai microfoni di Premium Sport ha spiegato: «Ha rifiutato per ragioni personali e non tecniche. Sta bene a Bologna, vuole finire la stagione qui per completare il suo percorso di crescita. Forse pecco di presunzione, ma a Napoli avrebbe tranquillamente detto la sua: non aveva paura di non giocare, certi giudizi in merito mi hanno infastidito».

Il procuratore non esclude l’inserimento di altre squadre nei prossimi mesi: «Non abbiamo fatto nemmeno altro tipo di calcoli: saremmo andati subito in una squadra che lotta per lo scudetto e con un ingaggio moltiplicato. Discorsi aperti per giugno non ce ne sono. Inter? Altre società italiane si sono fatte avanti, ma si è trattato solo di sondaggi. Non so se quella di andare al Napoli sia un’eventualità chiusa, di certo parliamo di una delle società più importanti in Italia e in Europa e Simone si sarebbe adattato ben volentieri al modo di giocare di Sarri. Vedremo cosa succederà a giugno, ma se il Napoli troverà un giocatore più forte è giusto che vada in quella direzione.»