Lapadula: «Liverani sa che corde toccare. Sogno un gol a Donnarumma»

© foto www.imagephotoagency.it

Gianluca Lapadula ha parlato alla Gazzetta dello Sport della ripresa del campionato facendo anche un bilancio della stagione

Gianluca Lapadula ha parlato sulle pagine della Gazzetta dello Sport parlando della ripresa del campionato e facendo un bilancio della stagione. Le parole dell’attaccante del Lecce.

RIPRESA – «Posso solo sperare che il campionato riprenda. Ma il calcio verrà dopo, perché conta la salute. Certo, anche in casa ci prepariamo e pensiamo alle 12 partite che mancano. Comunque sarà un calcio stravolto, con stadi vuoti per mesi. E il pubblico del Lecce è il nostro uomo in più».

OBIETTIVO 10 GOL«Non mi pongo limiti. I più belli sono quelli realizzati contro Samp e Sassuolo. Ho trovato un ambiente ideale e Liverani sa toccare le corde giuste, proponendo un gioco offensivo nel quale esalto le mie caratteristiche: attaccare la profondità, fare pressing sino a metà campo, per supportare la fase difensiva. Liverani è unico nella scelta dei tempi, per gestire il gruppo con il sorriso e con i messaggi… forti. Con lui ho un grande rapporto, negli allenamenti sa pungolarmi; entrambi rosi- chiamo quando perdiamo nelle partitelle e lui ha decisamente ancora un piedino elegante».

DONNARUMMA – «Milan e Juve alla ripartenza? Penso alla sfida da ex contro i rossoneri e Gigio Donnarumma, il compagno più forte che ho avuto. Pesa il fattore incertezza, per tutti, non sapendo quando davvero il campionato ricomincerà. Sarà decisiva la preparazione che faremo due settimane prima di ripartire, dovremo arrivare con gambe sciolte e coraggio. Io e capitan Mancosu continueremo a segnare, sapranno essere determinanti pure Farias e Babacar, ormai recuperati, e Saponara e Falco, i nostri inventori di gioco»