Lazio, senti Inzaghi: «Unici in lotta su tre fonti, contro il Frosinone la nostra vera anima»

Lazio, senti Inzaghi: «Unici in lotta su tre fonti, contro il Frosinone la nostra vera anima»
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio, Inzaghi parla del momento dei biancocelesti: dalla qualificazione in Coppa Italia al mercato in entrata, l’importanza del gruppo

Simone Inzaghi è carico in vista della partita di domani contro il Frosinone. La Lazio viene da un buon momento, avendo dominato per larghi tratti contro la Juventus e essendosi qualificata per le semifinali di Coppa Italia, eliminando l’Inter. L’allenatore biancoceleste parla proprio di questo: «La squadra con i successi prende autostima ma veniamo da un un momento positivo, da una qualificazione meritata, nonostante tutto quello che è accaduto la squadra è rimasta concentrata siamo in semifinale con grande merito. Ormai la Juve e l’Inter sono andate, dobbiamo fare punti in campionato a partire da domani».

La vittoria ai rigori in Coppa Italia contro l’Inter ha evidenziato la coesione del gruppo biancoceleste, unica squadra italiana ad essere ancora in lotta su tre fronti: «Penso che il gruppo deve essere la nostra forza, un giocatore ti può far vincere una partita ma essere l’unica squadra italiana a competere su tre fronti è motivo di orgoglio. Devo avere l’aiuto di tutti i ragazzi poi dovrò sempre fare delle scelte, sono scelte che non accontentano tutti ma le faccio sempre con massima coerenza e lucidità». Gruppo al quale è legato molto anche l’allenatore, come si è visto nella esultanza liberatoria al momento del rigore decisivo realizzato da Lucas Leiva«Nessuna rivincita, mi è sempre dispiaciuto per i ragazzi e per i tifosi perchè dopo la partita con la Juve i ragazzi erano stati eccezionali i tifosi ci avevano trascinato a Milano dovevamo chiudere la partita, i nostri tifosi sempre li a soffrire con noi è stata un’esultanza di liberazione». 

Inzaghi verso il Frosinone: indicazioni sull’undici titolare

Inzaghi poi fa il punto della situazione sulla formazione, soprattutto per quanto riguarda il reparto offensivo: «Dovrò capire chi mi darà le migliori condizioni per giocare, metterò in campo la squadra più idonea per fare una grande partita. C’è sempre da migliorare ora la coppia CorreaImmobile con Caicedo come alternativa mi stanno soddisfacendo come tutti gli altri, abbiamo soluzioni che devo essere bravo io a valutare partita per partita». E sul nuovo arrivato Romulo: «Romulo è un giocatore che ha fatto un’ ottima carriera, ha dimostrato di voler venire alla Lazio a tutti i costi, è molto umile e ha già fatto due allenamenti con noi. E’ una buona alternativa a Marusic, domani verrà convocato e dovrò essere io a capire chi è più in forma perchè dovremo fare una partita da Lazio»

L’allenatore biancoceleste poi chiude sull’avversario di domani, il Frosinone«Abbiamo analizzato il Frosinone, è una squadra che gioca a calcio ha vinto la partita di Bologna, è una squadra in salute abbiamo grande rispetto per loro e sappiamo di dover fare una partita importante, dovremo essere bravi a fare una partita da vera Lazio. Classifica? Sappiamo che ora dopo le partite con Napoli e Juve dobbiamo fare punti,vedremo quello che succederà, quello che mi interessa è dare continuità di prestazioni».