Ledesma: «Lazio, colpa pure della società»

© foto www.imagephotoagency.it

«Pioli sarebbe adatto al Torino, Felipe Anderson tiri fuori il carattere»

La voglia di tornare in Italia, a Roma, era troppo forte: così Cristian Ledesma, dopo nove anni di Lazio ininterrotti, è rimasto un solo mese in Brasile, al Santos. Adesso, tornato nella Capitale, il centrocampista italo-argentino attende una chiamata, quella giusta per chiudere la carriera alla grande. A 33 anni sono due le opportunità che Ledesma coglierebbe al volo: quella di tornare a giocare nel nostro campionato o, al più, di andare in Major League Soccer. La famiglia prima di tutto (i figli frequentano scuola a Roma), quindi la carriera: l’ex senatore biancoceleste ha le idee molto chiare. Anche sulla Lazio di quest’anno, naturalmente, la prima senza di lui dopo molti anni… «La Lazio ha pagato la preparazione anticipata necessaria per affrontare il preliminare di Champions – spiega il centrocampista – . In più l’esclusione dalla massima competizione europea ha inciso sull’autostima del gruppo. E, non ultimo, qualche responsabilità è pure della società, che sul mercato estivo non si è mossa come avrebbe dovuto»

LEDESMA: «PIOLI ADATTO AL TORINO» – Parole chiare e sincere per Ledesma, che attualmente si sta allenando con il proprio fisioterapista personale per rimanere in forma in attesa della chiamata giusta. Sull’involuzione dell’allenatore Stefano Pioli, dall’anno scorso a quest’anno, spiega: «Pioli quando c’ero io è stato molto bravo a costruire una squadra corta e compatta, ideale per un gruppo di giocatori tecnici. D’altra parte, nel corso di questa annata, non è riuscito a confermarsi come ci si sarebbe aspettato». Si parla, non a caso, già di un addio a fine stagione: per l’attuale allenatore della Lazio, esisterebbe la possibilità di andare al Torino al posto di Giampiero Ventura. Ledesma dice a Tuttosport: «Potrebbe di sicuro fare bene. Urbano Cairo sta costruendo una squadra giovane e dai ragazzi Pioli sa tirare fuori il meglio. In più viene da un contesto come Roma, quindi a differenza di altri colleghi che patiscono le pressioni, lui a riguardo non avrebbe alcun tipo di problema».

«ANDERSON TIRI FUORI IL CARATTERE» – Per lo Scudetto, nemmeno a dirlo, Ledesma vedere favorita la Juventus, mentre per la panchina della Nazionale (il centrocampista ha anche una presenza con gli Azzurri) e per il dopo-Antonio Conte, vedrebbe bene Carlo Ancelotti, che purtroppo però ha già assunto un impegno con il Bayern Monaco. Chiosa su Felipe Anderson, anche lui involuto in questa stagione in maniera impressionante: «Il brasiliano è dotato di grande talento, ma deve tirare fuori il carattere. Tra i complimenti e le critiche c’è una linea sottile che un calciatore deve spezzare. Chi gioca lo sa, mai deprimersi e mai esaltarsi, in questo mondo».