Il codice Paratici: tante sinergie, ma il Savic in lista è Stefan! – FOTO

Il codice Paratici: tante sinergie, ma il Savic in lista è Stefan! – FOTO
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus, l’esegesi della lista lasciata da Paratici in un ristorante: tante le sinergie per i giovani appuntate, ma il Savic annotato era il difensore dell’Atletico, non Milinkovic

Della lista lasciata in un ristorante milanese da Fabio Paratici si è tanto parlato: i nomi scritti dal direttore sportivo della Juventus su di un foglio dimenticato, nelle ultime ore hanno destato la curiosità di tanti, motivo per il quale occorrerebbe fare chiarezza. Non si discute sulla veridicità della lista autografa, ma – come spiegato da più fonti stamane – c’è comunque da interpretare bene quanto riportato. In effetti, a ben vedere, il foglio è suddiviso in due parti: su quella sinistra ci sono i nomi di vari giovani. Non si tratta di acquisti imminenti, ma di sinergie messe in piedi con altri club: Mattia Zennaro (alle visite mediche col Genoa stamane, prelevato dal Venezia), Dominik Szoboszlai del SalisburgoSzymon Zurkowski (prelevato dalla Fiorentina con lo zampino bianconero), Modibo Sagnan del Lens (che interessa al Genoa) e Juan Familia-Castillo del Chelsea (leggi anche: JUVENTUS: CASTILLO A ZERO).

Sulla parte destra invece Paratici ha annotato il nome di diversi big: Federico Chiesa (obiettivo bianconero da mesi, non è un segreto), Nicolò Zaniolo della Roma, ma pure il terzino del Porto in scadenza Maxi Pereira. Annotati in alto a destra, distanti dagli altri, poi i nomi di Miralem Pjanic e un Savic. Non si tratterebbe però, come ipotizzato, dell’eventualità di un addio al bosniaco per far spazio a Sergej Milinkovic-Savic della Lazio, perché il Savic in questione altri non sarebbe che Stefan Savic, difensore montenegrino dell’Atletico Madrid (ex Fiorentina) il cui procuratore è Fali Ramadani, cioè lo stesso di Pjanic, che negli ultimi giorni è stato a Milano appunto per parlare con Paratici. Tutto torna, no?