Napoli, ci pensa Mertens: il belga è la bestia nera della Fiorentina

mertens ancelotti napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Il classe ’87 è l’incubo della squadra di Pioli, con ben 6 gol in 12 partite. Basterà per scalzare Milik nella sfida del San Paolo?

Tutto pronto per il grande aperitivo della quarta giornata di Serie A, che alle 18 vedrà affrontarsi il Napoli di Ancelotti contro la Fiorentina di Pioli. In un San Paolo che si profila deserto, dopo la protesta dei tifosi contro De Laurentiis, gli azzurri dovranno risorgere dopo la pesante sconfitta del Ferraris contro la Sampdoria. Dall’altro lato, i Viola sono in splendida forma, dopo i 7 gol in due partite e un gioco spumeggiante. Ma Ancelotti potrebbe avere un’arma in più: Dries Mertens.

Il folletto belga ha perso la titolarità con l’arrivo del tecnico di Reggiolo, che gli preferisce una punta di peso come Arkadiusz Milik. Dries è stato infatti utilizzato finora a partita in corso, libero di svariare sulla trequarti e in appoggio al bomber polacco. Ma una statistica contro i viola fa sorridere i napoletani: in 12 partite contro la Fiorentina, Mertens ha segnato ben 6 gol. Quest’oggi potrebbe anche partire da titolare, visto che dopo aver giocato in nazionale, sia lui che Milik non sono in splendida forma. Ma il Napoli deve vincere, per evitare di perdere troppo il contatto con la Juve capolista e per risollevare il morale dopo il 3 a 0 di Genova. E allora tutti gli azzurri, insieme ad Ancelotti, sperano che le statistiche possano rivelarsi premonitrici.