Milan, Ambrosini: “Insulti di Sesto fin dall’inizio”

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

MILAN AMBROSINI PRO PATRIA BOATENG – Chiamato a testimoniare dai giudici della procura di Busto Arsizio, Massimo Ambrosini ha espresso la propria versione dei fatti accaduti lo scorso 3 gennaio. Il capitano del Milan, in merito agli insulti razzisti che hanno indotto Boateng, e poi il resto della squadra a lasciare il campo della Pro Patria, ha fatto capire che tutti i rossoneri sono stati uniti al fianco del proprio compagno: “Gli ululati razzisti quel giorno erano iniziati fin dall’inizio della partita. Le persone che ci hanno insultato non erano più di venti. La decisione di lasciare il campo è stata condivisa da tutti, così abbiamo comunicato tutto all’arbitro.