Milan, Suso sul derby: «È come una partita a poker, Inter favorita»

suso milan
© foto www.imagephotoagency.it

L’esterno offensivo del Milan, Suso, parla a poche ore dal derby contro l’Inter: «Se dovessimo vincere sarebbe un’occasione per crescere».

Anche in questa stagione lo spagnolo Suso si sta confermando una pedina fondamentale nello scacchiere tattico del tecnico del Milan, Gennaro Gattuso. L’esterno offensivo rossonero, intervistato da “DAZN”, ha detto la sua sul Derby della Madonnina, che domenica sera opporrà il Diavolo ai cugini dell’Inter. «Il derby – ha sostenuto Suso – è come una partita a poker. Servono testa e fortuna. L’Inter in questo momento è favorita, ma se fossimo noi a vincere sarebbe una bella occasione per continuare a crescere».

L’attaccante di Gattuso attraverso un bel periodo di forma ma sulla stracittadina preferisce non sbilanciarsi anche a livello personale: «Non voglio pensare ora ad un eventuale mio goal o assist. – ha spiegato – Meglio stare tranquillo e fare ciò che mi chiede l’allenatore. Poi vedremo cosa accadrà… Personalmente, comunque, questo è per me un momento molto positivo, le cose stanno andando molto bene per me sia con il Milan, sia con la Nazionale». Suso partirà ancora una volta da titolare nel tridente rossonero, che per il resto vedrà Gonzalo Higuain nel ruolo di centravanti e il turco Hakan Çalhanoglu come esterno alto a sinistra: «Le grandi partite sono molto belle, tutti vogliono giocarle, – ha commentato lo spagnolo – quando arrivano la voglia e la concentrazione sono maggiori rispetto ad altri match».

Infine un aneddoto curioso sul gol realizzato contro il Sassuolo: «La mia ragazza – ha raccontato Suso – mi ha scritto che pensava che festeggiassi la rete dedicando la rete a mio figlio che sta per nascere, ma era un momento molto delicato per la squadra… Così quando ho segnato sono andato soltanto ad abbracciare il mister, che me l’aveva pronosticato». Domenica sera Suso proverà a ripetersi contro l’Inter. In classifica i nerazzurri hanno 4 punti di vantaggio sul Milan, 16 contro 12, e la stracittadina di domenica sera per i rossoneri sarà l’occasione per avvicinarsi ai cugini riducendo sensibilmente il distacco.

MILITO RICORDA: «OGNI VOLTA CHE VEDEVO IL MILAN, SEGNAVO»