Napoli, Gattuso amaro: «Una mazzata per noi. Manca la cattiveria»

Napoli Ruiz Ghoulam
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Rino Gattuso a Sky Sport dopo la sconfitta del Napoli contro il Lecce al San Paolo

Rino Gattuso ha parlato a Sky Sport commentando con parole amare la sconfitta del Napoli al San Paolo contro il Lecce. Ecco cosa ha detto il tecnico degli azzurri.

MATCH – «I gol si possono sbagliare, poi dopo squadra fragile. Oggi eravamo sempre in tre contro Lapadula e lui la metteva giù e faceva salire il Lecce. In questo momento, anche se non fai gol, deve finire 0-0 invece non riusciamo ad avere cattiveria, c’è troppa passività. Ci metto anche del mio. Quando vuoi provare a vincere provi a fare qualcosa di diverso, metti qualcuno di più offensivo. In questo momento non andiamo con veemenza e organizzazione. Aspettiamo. Anche se aspettiamo ora non riusciamo a fare il solletico agli avversari e la difficoltà più grande è questa».

FRAGILITÀ – «Posso capire se prendiamo gol a campo aperto, se spingiamo con entrambi i terzini, se siamo messi male… Invece siamo là e non c’è cattiveria, non c’è una grande pressione. Puoi anche aspettare, ma quando vanno sul fondo bisogna andare lì con grande veemenza, lavorando di reparto».

TIFOSI – «40 mila al San Paolo? La cosa che dispiace di più è questa. Si era riacceso l’entusiasmo, ora abbiamo dato un’altra mazzata ai tifosi e a noi stessi. Bisogna giocare per 90 minuti, non solo per 30. Bisogna lavorare sulle due fasi, invece su una delle due facciamo fatica».

RIGORE MILIK – «Non è corretto parlarne. Non voglio offendere nessuno, è meglio che ne parli il direttore. Se c’è il VAR bisogna andare al VAR, non capisco perché a volte non si va. Si può andare, perdere un minuto in più».