Napoli-Juventus 1-1: pagelle e tabellino

Napoli-Juventus 1-1: pagelle e tabellino
© foto www.imagephotoagency.it

Napoli-Juventus, Serie A 2016/2017: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi del match

E’ terminato 1-1 il big match della 30ª giornata di Serie A tra Napoli e Juventus. Più di 200 Paesi nel mondo collegati con il San Paolo hanno assistito alla sfida in terra campana che ha segnato il ritorno di Gonzalo Higuain al Napoli. Il centravanti argentino è stato seppellito di fischi, sin dal riscaldamento. Il numero 9 non ha avuto occasioni, è stato lasciato troppo solo in avanti e non è riuscito a imporsi chiuso da Albiol e Koulibaly. Il Napoli può recriminare per aver avuto in mano il pallino del gioco ma per non essere riuscito a sfruttare il possesso palla. Positive le prove di Chiellini e Khedira per la Juventus, di Hamsik e Insigne per il Napoli. Da rivedere Bonucci, Lemina, Mandzukic e Higuain nei bianconeri, Jorginho negli azzurri.

NAPOLI-JUVENTUS: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Napoli-Juventus 1-1: pagelle e tabellino

MARCATORI: 7′ pt Khedira (J); 15′ st Hamsik (N)

NAPOLI (4-3-3): Rafael 6; Hysaj 6,5, Albiol 6, Koulibaly 6, Strinic 6 (34′ st Ghoulam S.v.); Allan 6,5 (24′ st Zielinski 6), Jorginho 6, Hamsik 6,5 (31′ st Rog S.v.); Callejon 6, Mertens 6, Insigne 6,5. A disposizione: Sepe, Reina, Chiriches, Maksimovic, Maggio, Diawara, Giaccherini, Pavoletti, Milik. Allenatore: Maurizio Sarri.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon 6; Lichtsteiner 6, Bonucci 5,5, Chiellini 7, Asamoah 6; Khedira 7, Marchisio 6,5 (34′ st Dybala S.v.); Lemina 5,5 (16′ st Cuadrado 5,5), Pjanic 6 (42′ st Rincon S.v.), Mandzukic 5,5; Higuain 5,5. A disposizione: Neto, Audero, Rugani, Barzagli, Dani Alves, Benatia, Alex Sandro, Mandragora, Sturaro. Allenatore: Massimiliano Allegri.

ARBITRO: Orsato della sezione di Schio

NOTE: AMMONITI: Insigne

LE PAGELLE

NAPOLI – IL MIGLIORE

HAMSIK 6,5 – Discreto primo tempo del capitano azzurro che ha sprecato due buone occasioni con due brutte conclusioni. Il centrocampista slovacco però si è rifatto nella ripresa trafiggendo Buffon dopo 6 anni (ultimo gol nel 2011). 

NAPOLI – IL PEGGIORE

JORGINHO 6 – Sarri sceglie lui e non Diawara. La manovra del Napoli è fluida ma il centrocampista con il numero 8 sulle spalle si limita a dei tocchi semplici. Non cerca mai l’imbucata e fa solo il compitino, sbagliando il tocco in diverse occasioni.

JUVENTUS – IL MIGLIORE

KHEDIRA 7 – Un gladiatore del centrocampo, non solo per il gol. Grande prova del calciatore tedesco che dimostra di essere uno degli uomini più in forma. Corre, difende e fa gol. Detta legge in mezzo al campo, specie nel primo tempo.

JUVENTUS – IL PEGGIORE

HIGUAIN 5,5 – Tutti gli occhi erano su di lui: l’uomo più atteso delude le attese e rimane a secco per la quarta gara consecutiva. Il centravanti argentino lasciato da solo in avanti, al suo destino. Prova a lottare con i difensori napoletani ma è troppo solo e non riesce a creare pericoli. Si sacrifica dando una mano ai compagni.

Napoli-Juventus: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – La Juventus strappa un buon punto dal San Paolo. I bianconeri, con un atteggiamento da ‘provinciale’, hanno tolto la profondità alla formazione allenata da Sarri concedendo poco e nulla ai tre attaccanti del Napoli. La Juventus ha avuto poche occasioni da gol e ha lasciato Higuain isolato in avanti, difendendo con il 4-4-1-1 o con il 4-5-1. Buona prova, sotto il piano del gioco, dal Napoli ma gli azzurri, con una prova di buona intensità ma la formazione di casa non ha trovato varchi nella difesa quasi imperforabile dei bianconeri.

45’+3 – Finisce la sfida: 1-1 al San Paolo tra Juventus e Napoli.

45’+3 – Trattenuta reciproca in area tra Mertens e Lichtsteiner, proteste azzurre ma Orsato lascia proseguire.

Tre minuti di recupero.

45′ – Lancio di Zielinski, taglio di Callejon che mette al centro ma nessuno riesce a chiudere per il tap-in.

42′ – Terzo e ultimo cambio anche per allegri: fuori Pjanic, dentro Rincon.

40′ – Fase di stanca della partita, tanti errori in mezzo al campo da ambo le parti.

34′ – Terzo e ultimo cambio per Sarri: fuori Strinic, dentro Rog. Cambio anche per Allegri: fuori Marchisio, dentro Dybala.

33′ – Prima conclusione di Rog, palla larga.

31′ – Fuori Hamsik per un problemino muscolare, dentro Rog.

28′ – Buona uscita di Rafael che rischia di perdere il pallone dopo uno scontro fortuito con Strinic.

24′ – Primo cambio per il Napoli: fuori Allan, dentro Zielinski.

19′ – Colossale occasione per il Napoli: errore di Asamoah in disimpegno, Mertens in scivolata vince il rimpallo con Buffon e calcia da posizione defilata colpendo il palo.

16′ – Primo cambio della gara: fuori Lemina, dentro Cuadrado.

15′ – Gol del Napoli: taglio di Hamsik che ben servito da Mertens non sbaglia tutto solo davanti a Buffon. Lo slovacco è in posizione regolare, tenuto in gioco da Asamoah. Marekiaro non segnava alla Juve dal 2011.

11′ – Gol annullato al Napoli: conclusione di Mertens da fuori area, Buffon non trattiene, Callejon ribadisce in rete ma Orsato annulla per netta posizione di fuorigioco dello spagnolo.

10′ – Non cambia il copione del match rispetto al primo tempo: il Napoli gestisce il gioco ma la difesa della Juventus, almeno per il momento, appare impenetrabile.

5′ – Mertens recupera palla su Higuain e fa partire il contropiede azzurro che porta alla conclusione a giro di Insigne: palla fuori di poco.

2′ – Higuain in verticale per Lemina che calcia in curva da posizione defilata, sprecando una buona azione.

1′ – E’ iniziato il secondo tempo di Napoli-Juventus.

SINTESI PRIMO TEMPO – Una Juventus schiacciata nella propria metà campo a fare densità con due linee di 4 a difesa della porta di Buffon è riuscita ad avere la meglio, nei primi 45 minuti, di un buon Napoli che ha costruito un paio di occasioni interessanti senza riuscire a sfruttarle a dovere. La Juve è passata alla prima vera occasione da gol, grazie a una bella giocata di Sami Khedira che ha dialogato nello stretto con Pjanic prima di trafiggere Rafael con un bel destro di prima intenzione. Mandzukic non al meglio ha sofferto le avanzate di Hysaj, bene i due centrocampisti bianconeri Khedira e Marchisio, oltre a Chiellini. Nel Napoli da rivedere il tridente offensivo e capitan Hamsik.

45’+1 – Duplice fischio di Orsato. Si va al riposo con la Juventus in vantaggio di un gol al San Paolo, contro il Napoli. Decide, sin qui, Khedira.

45′ – Un minuto di recupero.

44′ – Quinto angolo per il Napoli. Buffon, con i pugni, allontana.

40′ – Grande giocata di Insigne che salta due uomini, entra in area, e calcia a giro sul secondo palo ma il pallone finisce fuori.

38′ – Callejon in profondità per Hysaj che prende il tempo a Mandzukic ma l’albanese sbaglia il cross. Sullo sviluppo dell’azione il Napoli guadagna un calcio d’angolo. Strinic va in porta ma Buffon allontana con i pugni.

37′ – Ammonito Insigne per proteste.

34′ – Percussione centrale di Mertens che salta due uomini e calcia dal limite dell’area ma il folletto belga non riesce a dar forza al pallone, bloccato senza patemi da Buffon.

31′ – Discesa di Hysaj, palla indietro per Insigne ma la sua conclusione viene ribattuta, poi Hamsik calcia maldestramente sprecando una buona occasione.

30′ – Il Napoli prova a sfondare centralmente, la Juventus difende con tutti i suoi undicesimi dietro la linea del pallone.

25′ – Brutto scontro tra Albiol e Mandzukic, il centrale spagnolo aveva staccato per anticipare l’attaccante ma è caduto malissimo per terra. Riprende il gioco, torna in campo Albiol.

21′ – Ancora Insigne per Callejon, anticipato a pochi metri dalla porta da Chiellini. Dal corner seguente sponda di Koulibaly per Mertens che prova a far gol con una mano ma Orsato fischia un calcio di punizione, senza ammonire il belga.

20′ – Errore di Chiellini in fase di disimpegno, Mertens appoggia il pallone per Hamsik che calcia a lato dai 20 metri.

15′ – Grande giocata personale di Higuain che ottiene un calcio d’angolo.

13′ – Il Napoli prova ad aumentare il ritmo ma la Juventus è compatta e non concede spazi.

8′ – Reazione Napoli: spunto di Insigne, conclusione debole e centrale.

7′ – Gol Juventus: percussione centrale di Khedira, uno-due del tedesco con Pjanic e destro vincente del numero 6 bianconero.

5′ – Giocata in verticale per Insigne di Callejon, palla lunga facile preda di Buffon.

3′ – Avvio aggressivo del Napoli. La Juve gestisce il pallone con personalità ma commette diversi errori.

1′ – Fischio di Orsato: è iniziata la gara tra Napoli e Juventus. Il calcio d’inizio è stato battuto da Higuain.

Il riscaldamento è terminato. Le due squadre stanno entrando in campo.

Si avvicina il fischio d’inizio dell’atteso posticipo della 30ª giornata di Serie A tra Napoli e Juventus. Tra pochi minuti al via la diretta live con tutti gli aggiornamenti sul Napoli-Juventus.

Napoli-Juventus: formazioni ufficiali: Lemina e Asamoah titolari, Reina non ce la fa

Lorenzo Tonelli non è stato convocato da mister Sarri e salteranno la gara di questa sera, così come Pepe Reina, acciaccato e indisponibile (in porta, al suo posto, andrà Rafael). Tutto confermato nel club azzurro, ad eccezione di Strinic titolare al posto di Ghoulam. In mezzo al campo Allan e Jorginho preferiti a Zielinski e Diawara, in avanti il tridente con Mertens centravanti. Diversi acciacchi anche nella Juventus: Pjaca, ko in Nazionale, ne avrà per 6 mesi, Kean, attaccante classe 2000, resterà fuori per altri 7-10 giorni. Dybala e Mandzukic non sono al meglio ma sono stati comunque convocati: il primo partirà dalla panchina, il secondo sarà titolare. Confermate le indiscrezioni della vigilia: out la qualità di Dani Alves, Alex Sandro, Dybala, Cuadrado, dentro la fisicità di Lichtsteiner, Asamoah, Marchisio e Lemina. Titolare il grande ex, fischiatissimo già nel riscaldamento, Higuain.

NAPOLI (4-3-3): Rafael; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Sepe, Reina, Ghoulam, Chiriches, Maksimovic, Maggio, Diawara, Zielinski, Rog, Giaccherini, Pavoletti, Milik. Allenatore: Maurizio Sarri.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Asamoah; Khedira, Marchisio; Lemina, Pjanic, Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Rugani, Barzagli, Dani Alves, Benatia, Alex Sandro, Rincon, Mandragora, Sturaro, Cuadrado, Dybala. Allenatore: Massimiliano Allegri

ARBITRO: Orsato della sezione di Schio

Napoli-Juventus: probabili formazioni e pre-partita

Beppe Marotta, ad della Juventus, ha parlato a “Premium Sport” prima della gara del San Paolo con il Napoli: «Higuain sta benissimo. Per dei professionisti di questa levatura non è semplice affrontare gare del genere ma Higuain è un grande professionista e ne uscirà bene. Il campionato è aperto, ci sono ancora tanti punti e sappiamo che dovremo continuare a lottare, indipendentemente dalla vittoria della Roma con l’Empoli. Quando giochiamo fuori casa viviamo sempre situazioni del genere. Siamo la Juventus, abbiamo a che fare con dei campioni, siamo preparati ad affrontare una bella squadra. Marchisio? Quando abbiamo allestito questa rosa abbiamo calcolato tante situazioni come infortuni, gli impegni della Nazionale che ci portano via quasi tutta la rosa. Queste defezioni dispiace che siano arrivate prima di una partita importante perché la formazione è condizionata da questi eventi. Doppia sfida con il Napoli? Siamo contenti di fare questo tour de force importante. Noi dobbiamo essere bravi, l’allenatore deve essere bravo e anche la società deve essere brava a supportare tutti e a spronarli a dare il massimo».

Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli, ha detto la sua a “Premium Sport” prima della gara di campionato con la Juventus: «Dobbiamo concentrarci sul nostro gioco e non pensare a Higuain. Dobbiamo pensare a fare la nostra partita e a fare di tutto per vincere perché è importante per la nostra città e per noi. Sfida decisiva? E’ una partita molto importante. La Juve è una squadra forte ma li abbiamo già messi in difficoltà e faremo di tutto per vincere oggi. Il mister ha puntato tutto sulla nostra vittoria, parlando della squadra e non di un singolo giocatore».

Marek Hamsik, centrocampista e capitano del Napoli, ha parlato a “Sky Sport” prima del fischio d’inizio: «Le partite con la Juve si preparano da sole dal punto di vista mentale. Li sfideremo per due volte in pochi giorni e dovremo fare bene. Ora non pensiamo alla Coppa Italia, pensiamo a quest’oggi, cerchiamo la rivincita. Se mi manca il gol alla Juve? Conta la squadra, non importa chi segna: vogliamo fare una bella gara e vogliamo fare risultato. Come la vivrà Higuain? Penso che non sarà facile».

Asamoah, terzino della Juventus, ha parlato a “Sky Sport” prima della sfida: «Il Napoli è una squadra forte e bisogna stare attenti. Abbiamo studiato tante cose e dobbiamo stare bene in campo. Higuain? Lui è tranquillo, ha fatto il suo lavoro con serenità. Non so come si sente ma è molto tranquillo».

NAPOLI: Sembra tornata la fiducia nel recupero di Hysaj, reduce da un problema fisico accusato con l’Albania, come anche per Hamsik che dovrebbe essere regolarmente in campo dall’inizio a differenza di Reina che non è al meglio e che dovrebbe accomodarsi in panchina. Si va verso la conferma per il tridente leggero Callejon-Mertens-Insigne, con panchina per Milik e Pavoletti.
Probabile formazione Napoli (4-3-3): Rafael; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Sepe, Reina, Strinic, Chiriches, Maksimovic, Maggio, Jorginho, Zielinski, Giaccherini, Rog, Pavoletti, Milik. Allenatore: Maurizio Sarri.

JUVENTUS: da verificare le condizioni di Benatia, mentre si è preso atto del lungo stop per Pjaca. Per il big match di Napoli ci sarà sicuramente Dybala, che appare recuperato, mentre nelle prossime ore si capirà qualcosa in più su Mandzukic (infiammazione al ginocchio).
Probabile formazione Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Asamoah; Khedira, Marchisio; Lemina, Pjanic, Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Rugani, Barzagli, Dani Alves, Benatia, Alex Sandro, Rincon, Mandragora, Sturaro, Cuadrado, Dybala. Allenatore: Massimiliano Allegri.

Maurizio Sarri ha presentato la sfida tra Napoli e Juventus in conferenza stampa. Queste le dichiarazioni del tecnico azzurro: «Higuain? Voglio bene a Gonzalo, gli devo tanto, però difende una maglia diversa dalla nostra ed è un avversario. Ho detto che abbiamo intenzione di far passare una brutta giornata alla Juve, non solo a Higuain. Allegri? Mi sta simpatico e non m’interessa avere la meglio su di lui. Conterà fare una grande prestazione e avere la meglio sulla squadra bianconera. La partita più importante è sempre quella vicina, quindi, per ora, pensiamo a questa: siamo consapevoli che la Juventus, in questi anni, sia stata di un altro livello per quanto riguarda la forza economia, tecnica così come quella politica e societaria. Recupero di Pepe Reina? Ha un problema al polpaccio, perciò ha lavorato a parte. Per noi lo spagnolo è fondamentale ma spetterà a lui la decisione di esserci o meno. Ipotesi riapertura corsa Scudetto? Parlando in termini di numeri no, è praticamente impossibile visto che, in proiezione, la capolista potrebbe perdere 4 punti».

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato in conferenza stampa presentando così il match di Napoli: «I ragazzi stanno discretamente bene. Son rientrati tutti dalle Nazionali. Mandzukic ha lavorato a parte, Dybala un po’ a parte e un po’ fuori dalla squadra: oggi farò l’ultimo allenamento e deciderò chi mandare in campo. La sfida non sarà determinante per la vittoria finale ma sarà una sfida importante perché ad aprile ci giochiamo gran parte del campionato, la Coppa Italia e la Champions League. Dybala? Dovrò valutarlo, poi ci sarà la partita di mercoledì ma anche altre partite e se non dovesse giocare ci sono gli altri che stanno bene. Mandzukic ha quell’infiammazione al ginocchio e lo valuterò oggi. Senza Dybala si cambia modulo? Non lo so, dipenderà dalla condizione di tutti. Se si può fare il 4-2-3-1 senza Dybala e Mandzukic? Sì, si può fare lo stesso. Barzagli e Marchisio? Non lo so. Oggi li vedo ma ho le defezioni di Mandzukic e Dybala e dopo avrò le idee più chiare».

Napoli-Juventus: i precedenti del match

Il Napoli ha affrontato in casa la Juventus per 70 volte in Serie A. Il bilancio è sostanzialmente in equilibrio con la bilancia che pende leggermente in favore degli azzurri: sono 23 le vittorie del Napoli, 26 i pareggi mentre le vittorie in trasferta della Juventus sono 21. Ben 87 i gol realizzati dai partenopei, 5 in più rispetto alla Juventus. L’anno scorso la sfida terminò con il punteggio di 2-1 (gol di Insigne, Higuain e di Lemina). L’ultimo successo bianconero un anno prima (1-3, gol di Britos, Pogba, Caceres e Vidal) mentre l’ultimo segno X risale all’01/03/2013, la gara terminò sull’1-1.

Napoli-Juventus: l’arbitro del match

Sarà Orsato della sezione di Schio a dirigere l’incontro tra Napoli e Juventus. Il fischietto veneto dirigerà lo scontro tra Napoli e la Juventus per la quinta volta in carriera: nei 5 precedenti 2 vittorie per la Juve, 2 per il Napoli e un pareggio (ultimo precedente lo scontro Scudetto della scorsa stagione, quello deciso dal gol di Zaza al minuto 88 ma Orsato fu direttore di gara anche nella sfida dell’andata). Il bilancio con la Juve sorride ai bianconeri: nei 27 incontri sono state 12 le vittorie bianconere, 10 i pareggi e solamente 5 le sconfitte. Sono invece 29 i precedenti, tra A, B e Coppa, con il Napoli: il bilancio è di 9 vittorie azzurre, 10 pareggi e 10 sconfitte. In questo campionato Orsato ha incrociato la Juventus solo in occasione della vittoria casalinga contro la Roma nel girone d’andata (1-0). Precedenti, recenti, negativi per Sarri che ha perso tutte le ultime 3 sfide arbitrate da Orsato: Roma-Napoli 1-0 e Juve-Napoli 1-0 di quella passata e Napoli-Roma 1-3 di questa stagione.

Napoli-Juvetus Streaming: dove vederla in diretta tv

Per vedere la partita in streaming a questo link tutte le informazioni: Napoli-Juventus Streaming diretta tv. La partita sarà trasmessa dalle ore 20.45 come di consueto, sia sulle frequenze satellitari di Sky Sport, per la precisione sui canali Sky Sport 1, Sky SupercalcioSky Calcio 1 (anche in HD), sia ovviamente su quelle in digitale terrestre di Mediaset Premium (canali Premium Sport). Non è tutto, perché Napoli-Juventus andrà ovviamente in onda anche in streaming per piattaforme iOs, Android e Windows Mobile per pc, smartphone e tablet tramite le app Sky Go e Premium Play. La gara potrà essere seguita anche da chi non è dotato di tv o connessione ad internet anche tramite le frequenze radiofoniche di Radio Rai.