Napoli, Sarri più che deluso: «Liquidato mentre guardavo la tv»

sarri de laurentiis napoli
© foto www.imagephotoagency.it

L’amarezza di Sarri per il comportamento del Napoli di De Laurentiis confidata agli amici di Varcaturo: le dichiarazioni dell’ormai ex tecnico partenopeo

Tre anni di Maurizio Sarri alla guida del Napoli son stati spazzati via in poche ore dall’onda mediatica dell’arrivo di Carlo Ancelotti sulla panchina azzurra. Con tanto di foto dell’accordo con De Laurentiis a mo’ di 007 in missione anti-juve (Gazzetta dixit).

E’ bastato un tweet al presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, per salutare definitivamente Sarri e chiudere così un triennio in cui son mancati i trofei ma non il gioco, culminati nel record di punti in Serie A, 91, secondi solo ad una Juve cannibale che ha alzato il settimo scudetto di fila: «Ringrazio Maurizio Sarri per la sua preziosa dedizione al calcio Napoli, che ha permesso di regalare alla città e ai tifosi azzurri in tutto il mondo prestigio ed emozioni, creando un modello di gioco ammirato ovunque e da chiunque. Bravo Maurizio».

La scelta di De Laurentiis e le modalità con cui ha comunicato l’addio non sono andate giù al tecnico Sarri che, secondo quanto riporta Il Mattino, si sarebbe sfogato con gli amici di sempre prima di partire per la sua Toscana: «Non meritavo di venire liquidato guardando la televisione, in tre anni ho mandato giù qualsiasi cosa».